lunedì 14 marzo 2011

Voi pensate che la destra voglia costruire le centrali nucleari per produrre energia? Non è così, per il profitto, in sicurezza.

imagesMi si è accesa una lampadina nel cervello, un dubbio che è quasi una certezza in merito alle centrali nucleari.
La maggioranza degli italiani è contraria alle centrali, l'ha già detto in un referendum e lo conferma ancora di più dopo quello che è successo in Giappone dove, nel costruirle, sono molto più seri di noi.
In tutto il resto del mondo le centrali nucleari servono a produrre energia, per il momento lascio perdere il problema sicurezza lasciando che ognuno si faccia la sua idea su che mondo intende lasciare ai suoi nipoti.
Dicevo che nel resto del mondo servono a produrre energia elettrica ma le prime centrali nucleari al mondo che dreeranno profitto e clientele senza produrre energia le costruiremo noi, potremmo brevettarle.
La destra italiana è attenta all'onda popolare, sa benissimo che la maggioranza degli italiani è contraria alle centrali, infatti hanno subito confermato che si procederà senza tentennamenti nella costruzione delle stesse.
Cicchitto è stato il primo, come quasi sempre ed il Pd ha subito abboccato dandogli dell'irresponsabile.
La chiave di tutto sarà nei siti che sceglieranno per costruire le centrali, dicono 4 ma i siti sono molti di più, vediamo la tabella.

mappa-centrali-piccole
Non sono un ingegnere ma d'istinto mi viene da pensare che la dislocazione dei siti sia solo una questione di comodità per gli affari dei soliti noti e della malavita organizzata.
Come vedete i siti sono 15, spero non li usino tutti, ma quello che conta è dove sono locati.
Come tutti sappiamo. l'ha detto anche Draghi, camorra, mafia ed 'ndrangheta sono piazzate, bene, al nord oltre che nel resto d' Italia ed hanno le loro buone ragioni.
Nel nord ci sono 6 siti per le centrali nucleari italiane che produrranno profitto e non energia elettrica, come tutti gli italiani compreso il Pd pensano, sono 6 grandi, belle, nuove mangiatoie per la lega, Comunione e Liberazione oltre ai soliti noti che sono dentro in tutti gli affari, sporchi.
Il socio di maggioranza nella costruzione delle centrali sarà la malavita, vedrete che mafia, camorra e 'ndrangheta si metteranno d'accordo sulle forniture di tondino e cemento senza litigare come fanno i partiti e la politica.
Il centro Italia è affidato alla camorra, forse torneranno in pista gli amici di Bertolaso, certamente ci saranno quelli di Berlusconi, non escludo che si compri anche una società di costruzioni.
Per la Sicilia, per accontentare la mafia oltre alla centrale ci sarà il ponte sullo stretto, l'appalto per il cemento sarà doverosamente per la mafia che fornirà il cemento come quello delle autostrade siciliane, si chiama sbriciolabile ed è un brevetto della mafia.
Una anche in Sardegna, forse l'appalto sarà estratto a sorte, vedremo.
Ovviamente i lavori splafoneranno e di molto tutti i preventivi, i tempi e le centrali nucleari italiane non verranno mai finite, mai messe in funzione, come la Salerno-Reggio Calabria.
Non solo, perchè sono furbi, quando avranno speso miliardi di euro, nostri, fingeranno di dare ascolto alla voce popolare che non vuole le centrali.
Una volta che lega, C L, amici degli amici avranno rubato tutto il possibile, bloccheranno i lavori nel rispetto della volontà popolare, Ferrara farà la propaganda nel Tg1 per dire di quanto sono accorti i nostri governanti e quanto sono democratici nel bloccare le centrali che il popolo non vuole. Berlusconi farà un messaggio ai promotori della libertà perchè spieghino a tutti gli italiani che il nucleare, voluto dai comunisti, è pericoloso e lui ha bloccato tutto perchè è bravo, è il migliore, è il più democratico di tutti.
Quindi non abbiate timore, le nostre centrali nucleari non emaneranno radioattività, solo appalti e profitti per mafia,'ndrangheta, camorra, lega, comunione e liberazione e per i soliti amici del potere, quelli che hanno lavorato alla Maddalena, all'Aquila, a Roma, a Milano e dovunque ci sia possibilità di fare affari con la malavita.
Per questo mafia, camorra e 'ndrangheta sono piazzati bene al nord, sono furbi come Marchionne e vanno là dove li porta l'affare. Di Stato.
Tranquilli che appena avranno la pancia piena, in prima fila i leghisti, troveranno qualche progetto nuovo per distrarci e farci dimenticare che noi le centrali non le volevamo, saranno talmente bravi nella propaganda da farci sembrare che i contrari erano loro.
Siamo noi che abbiamo inteso male le parole di Cicchitto, Capezzone ed il bandito, loro le centrali non le vogliono ma ce lo diranno dopo che avranno mangiato a nostre spese.
  SALVIAMO MILANO http://www.wikio.it

domenica 13 marzo 2011

Punto la sveglia alle 6 per stare giù dal patibolo e poter scrivere. Alle 9 Splinder mette il cappio al collo.

imagesPer scrivere su Splinder lo si deve fare in orari strani e di nascosto, come i carbonari.
Da una settimana è bloccato del tutto, da sempre sono bloccati gli agganci che servono nel web per essere trovati nei motori di ricerca.
C'è una parola inglese che spiega il fatto ma io non la conosco.
Ho puntato la sveglia, Lulù, per vedere di scrivere qualcosa ma, dato che la prima notizia che ho letto è Ferrara al tg1 che critica Ingroia mi è venuta la nausea e mi è sparita la voglia.
Butto giù quattro fesserie solo per vedere se funziona, se aspetto le 9 mi mettono il cappio al collo e non mi posso muovere nemmeno con un dito.
Grazie a Dada, a Splinder ed a tutti quelli che non ci fanno sapere niente è bello lottare per la libertà di espressione e poi essere censurati da un baco o da un server che si pianta, come se tutta la democrazia del mondo dipendesse da un interruttore.
Ho mandato un messaggio a Splinder e mi hanno risposto in automatico, le solite fregnacce, quindi la bolletta della luce l'hanno pagata adesso aspettiamo di vedere se hanno capito quale sia il problema.
Nel caso non ci sentissimo in giornata buona fortuna a tutti.
Scrivendo per hobby, non essendo un professionista, le idee ti vengono al momento e, generalmente, quando la piattaforma non funziona.
Infatti adesso funziona ma non so cosa scrivere, figuratevi se qualcuno avrà voglia di leggere.
Aspettare le 9 sarebbe come salire la scala del patibolo, mi fermo qui.
Mi correggo, non alle 9. alle 7,20.
SALVIAMO MILANO http://www.wikio.it

Decisamente la crisi economica è al massimo stadio. Questa volta il petrolio non c'entra.

 
Nella mia via oggi è chiuso anche il centro massaggi cinese, deve essere il segnale di una crisi veramente devastante, un brutto segnale.
Erano aperti anche a Natale, capodanno, mai saltato un giorno e con orari estesi.
Devo avvisare Tremonti, qui stiamo andando in rovina.


Non sono in queste condizioni, ma quasi. Non è facile imparare ad usare una piattaforma nuova, per me.

Non è facile imparare, molte istruzioni sono in inglese, forse è l'abitudine.
Insomma escluse, le due fanciulle orrende,più o meno sono in queste condizioni.+



L'8 Marzo delle disoccupate di Via Orgettina. La festa non si terrà a Villa S. Martino. Forse, non per tutte, all'Hollywood.

ragazze_olgettina-r400La scure della crisi si è abbattuta anche sulle ragazze di Via Orgettina.
I pagamenti sono sospesi, le comparsate in tv pure e tra poco saranno chiamate a testimoniare al processo.
Occhio che per i testimoni non imputati esiste il reato di falsa testimonianza, il giudice può anche decidere l'arresto.
Oggi è l' 8 Marzo, la festa della donna, anche se le ragazze di Via Orgettina non ne conoscono la storia e la ragione , si sono sempre divertite tanto con Papi.
Mai un 8 Marzo è stato triste come quello di quest'anno e pensare che Silvio è in Villa per il riposo post intervento alla mandibola.
Era il momento giusto per portargli un po' di sollievo se quei cattivoni di magistrati non avessero messo in piedi quel casino della prostituzione con minorenni allegate.
Qualcuna ripiegherà all'Hollywood ma non è paragonabile alle feste in Villa da Papi, all' Hollywood al massimo fai un tiro di coca e qualche pompino per 200-300 euro.
La più delusa di tutte è la mamma-mezzana-pappona di Elisa, la festa dell' 8 Marzo era l'ideale, approfittando del fatto che Papi è intontito dall'anestesia, per la sua figliola.
Avrebbe potuto incassare molto di più dei soliti 6.000 euro, la mamma pragmatica ha subito commentato: son sempre 12 milioni, senza arrivare allo sfinimento delle altre volte visto che Papi ha gli antidolorifici che gli danno una calmata.
Anche per il papà di Barbara sarà un 8 Marzo in tono minore, la sua figliola non avrà la possibilità di stargli vicino e di dimostrargli che gli vuole più bene di tutte le altre. Mentre gli infila in mano il N° Iban.
Non avrebbero mai immaginato di passare l'8 Marzo fra la tristezza e le ristrettezze economiche, Lele ed Emilio non chiamano più, la Nicole è andata a Dubai e non è raggiungibile, Papi non ha più il cellulare. Gli unici spinelli che funzionano sono quelli dell'Hollywood ma l'unico Spinelli che conta, quello che fa i bonifici, è scomparso dalla loro vita.
Se non è una disfatta è la Caporetto di Via Orgettina.
Comunque è pur sempre l' 8 marzo, festa delle donne, per quest'anno possono ripiegare sui fidanzati che mangiano avanzi e qualche amico di Sara Tommasi, abbassando la tariffe ovviamente visto che adesso la cuccagna è finita.
Su con il morale, il mestiere lo conoscete bene, siete brave e famose, lasciate perdere i cellulari che sono intercettati e scendete a festeggiare, in strada.
Dovete solo stare attente alla Carfagna, da quando non esercita più e fa il ministro è diventata una moralista fissata con la lotta alla prostituzione da strada ed a qualche sindaco che ha emesso le ordinanze anti prostituzione.
Su con il morale, non tutto è perduto, potrete sempre farvi aiutare dai vostri genitori, fidanzati, compagni e portarli con voi per fare da palo.
Sarà un 8 Marzo di festa , di lotta e di rabbia, voi in strada e chi vi ha rovinato la vita e la festa al ballo delle debuttanti a Vienna. Le hanno pure dato 40.000 euro ed il telefono di Spinelli squilla a vuoto.
Per delle ragazze squillo è grave quando non squilla.

552180_S5LEOWE6Z1ZLA2PCLQ2FA5KSR3SCQI_mimose-da-lina_H141454_LNon so se sarà di mimose, ma il mazzo ve lo faranno sicuramente.



SALVIAMO MILANO http://www.wikio.it

Elisa Toti lancia la stampella in difesa di Papi.Mamma Anna ha detto che è una stampella da 12 milioni, non bazzecole.

elisatotiElisa Toti, ha gettato la stampella in difesa di Papi e di se stessa.
Sono rimasta ad Arcore quattro giorni per le feste di fine Natale, ho dormito in un’ala della villa, sola, per non fare avanti e dietro col mio appartamento a Milano. Rimanevo a dormire e poi me ne andavo a lavoro il giorno dopo.
Non sono un magistrato ma, se lo fossi e mi dicesse queste stronzate, l'accuserei di oltraggio a pubblico ufficiale.
Sentite come continua:

Nelle intercettazioni parlando con sua madre si era detta stanca: ‘La stanchezza di cui parlavo era relativa al fatto che io vado a letto alle 22, e’ normale quando lavori e ti alzi la mattina presto, non ho piu’ 19 anni quando a Ibiza facevamo le sei di mattina. Cosi’ aver partecipato a tre cene fino alle due di notte mi ha stancato. Non ero stanca per altre cose fantasiose che solo certe menti malate possono pensare’.
Sicuramente io ho la mente malata, bacata, faccio solo presente che non lavora ad Arcore, lavora a Milano. Se non hanno spostato Arcore non capisco come abbia trovato più comodo dormire ad Arcore.
Anche lei ha avuto grossi problemi finanziari, come tutti i giovani del mondo esclusi i figli di Berlusconi, Papi le ha fatto solo dei prestiti.
Lei, e le sue compagne, non sono come le hanno descritte sui giornali.
Sentite come parla del prestito di Papi con la sua mamma-mezzana.
Madre e figlia, la sera dello scorso 9 gennaio, la domenica che chiude il ponte dell’Epifania, sono al telefono. Elisa spiega di essere ‘appena tornata a casa’ e aggiunge di essere ‘preoccupata per la salute di lui’. La madre, invece, sembra preoccuparsi di altro: ‘Senti eeee quanto v’ha dato?’. La figlia: ‘Cinque piu’ quegli altri mille quindi, quindi sei’. La signora Anna e’ contenta: ‘Dici niente? Capito?
eee poi che vi ha detto quando lui vi ripotra’ vedere’. Risposta: ‘Ce lo dira’ lui’. La ragazza racconta di essere stata ‘una settimana (…) alcune sono arrivate martedi’ io mercoledi’ (…) mamma mia una cosa allucinante’. Quindi e’ stanca: ‘Non ti puoi immaginare in che condizioni sono guarda (…) sono in condizioni pietose, pietose proprio (…) ora mi ci vorra’ un mese perrr, ora quei, quei soldi che ho preso mi (…) serviranno per rimettermi a posto dopo questa settimana’. La mamma fa due conti: ‘Sono dodici milioni’, di vecchie lire. E la Toti: ‘Si ma no, non dire niente ee”. La signora, quindi, la saluta: ‘Ti lascio perche’ ti devi, devi andare a riposare’.
Evidentemente la mamma-mezzana era al corrente che il prestito infruttifero per puttane in difficoltà era esteso a tutta la combriccola se chiede alla figlia: quanto vi ha dato?
La signora Anna è molto contenta, si interessa subito del prossimo appuntamento, ma la figlia è stanca, avere il prestito è stata una cosa allucinante, faticosa.
La signora Anna forse non l'ascolta nemmeno, con la testa ritorna ai bei tempi quando anche lei aveva, forse, dei prestiti infruttiferi dai papi della sua zona ed ha un momento di nostalgia: sono dodici milioni, alludendo ai bei tempi di quando c'era la lira.

Dalle intercettazioni delle arcorine anche qualche grido d’allarme in concomitanza con la presenza dei figli del premier.
Non volevano far sapere ai figli di Papi che in un anno ha speso 11 milioni 474.320 euro in prestiti infruttiferi a ragazze in difficoltà, alcune anche minorenni senza che firmassero i genitori.
Per dirla alla signora Anna sono 22 miliardi 214.283.520 lire.
Una finanziaria, praticamente.
Per quanti soldi abbia i figli avrebbero dovuto interdirlo.
Comunque in una cosa sono d'accordo con Elisa Toti, lei non è come la descrivono sui giornali, lei è come la sua mamma.
Zoccola la madre, zoccola la figlia e non è obbligatorio, è una scelta.
imagesLe menti malate sono quelle che danno giustificazioni risibili ed infantili per giustificare le proprie malefatte.
Vedi, cara Elisa, quando si fa un lavoro qualsiasi ci sono le professioniste e le dilettanti, Patrizia D'Addario è una professionista tu sei una dilettante, anche se hai la mamma-mezzana che ti ha insegnato l'arte.
Patrizia non ha fatto la morale, non ha detto che sono menti malate quelle che commentano i fatti. Malato è chi crede al prestito infruttifero alla povera figlia d'arte che fa la puttana a sua insaputa.
Da Giornalettismo:

Anche le Olgettine piangono: Elisa Toti sospesa da Publitalia

SALVIAMO MILANO http://www.wikio.it

Noi siamo favorevoli, e tu? Il tono è quello del noi siamo favorevoli alla salute, ricchezza, gioia, passione. E tu?

terremoto-giappone3-374x209Forse mi sono distratto ma gli spot del Forum Nucleare Italiano hanno perso un po' del loro fascino, pare che ad ogni ora che passa diventino sempre più stucchevoli.
Chiarisco subito che probabilmente non vedrò funzionare le nuove centrali nucleari, a meno che non arrivi a 90 anni, e se ci arriverò non sarò in condizione di rendermi conto della radioattività.
Ma chi è giovane ci deve pensare, chi ha figli o nipoti pure, è proprio necessario affidarsi al nucleare con tutte le alternative che abbiamo?
Quello che è successo in Giappone se fosse accaduto da noi avrebbe fatto milioni di morti e mi spinge a fare alcune considerazioni.
Sono un appassionato di documentari, tecnologia, animali, storia ed altro.
1266931569236_1kansaiTempo fa ne ho visti alcuni sulla tecnologia moderna ed i giapponesi sono sempre in prima linea, ponti, aeroporti, grattacieli ecc.ecc.
Più che una soluzione di problemi la tecnologia avanzata sembra una lotta contro le piramidi, la grande muraglia, il Colosseo. Un tentativo di passare alla storia con costruzioni sempre più ardite ed improbabili che sembrano inutili, come se fossero solo una sfida alla natura.
Costruire un'isola nel mare per farci sopra un aeroporto calcolando in partenza di quanti centimetri sprofonda all'anno mi sembra un delirio.
Mi domando se è proprio necessario sfidare la logica e la natura in questo modo e solo per fare prima. Non per godersi la vita ma per andare a lavorare di più e più velocemente. E' questa la qualità della vita? O è meglio prendere un treno e poi un aereo senza bisogno di costruire isole artificiali in zone simiche.
Non bastasse l'esempio ha fatto proseliti ed allora anche Dubai ha voluto la sua isola artificiale a forma di palma, temo che il nostro megalomane ne voglia fare una a forma di passera, oltre al ponte sullo stretto e mettere gli architetti che gli hanno fatto il mausoleo in competizione con i giapponesi.
I giapponesi sono gente seria, affidabile, decisa, le loro case sono antisismiche le loro centrali affidabili quando la natura presenta il conto degli arretrati.
Ho sentito ieri che la società elettrica che gestisce la centrale nucleare dove è successo il guaio ha già falsificato i dati della radioattività più volte, forse hanno assunto qualche ingegnere italiano o hanno visto troppo spesso il Tg1 con il satellite ed hanno imparato a raccontare storie, come Minzolini. So che dopo il terremoto dell'Aquila hanno contattato Bertolaso per avere consigli su come gestire la loro protezione civile in caso di terremoti, io pensavo che ci prendessero per il culo ed invece no, se raccontano balle anche i giapponesi è perchè hanno ascoltato i consigli di Bertolaso. Voi dite cazzate, tanto la gente ci crede, anche in Giappone.
Però su di una cosa sono affidabili i Giapponesi, il calcestruzzo. Da loro il ferro è ferro, il cemento è cemento e la sabbia da costruzioni è sabbia e non quella marina come all'Aquila.
I giapponesi fanno le cose per bene, anche se esagerano.
pontestretto2Voi ve lo immaginate il ponte sullo stretto di Messina, le nostre quattro centrali nucleari prossime venture, tra l'altro di modello vecchio, costruite con il cemento della camorra, 'ndrangheta, mafia.
La sabbia di dubbia provenienza ed il tondino ridotto di diametro così ci guadagniamo sopra e con la direzione dei lavori affidata agli amici degli amici?
Certo che noi, da secoli, puntiamo più che sulle regole sullo stellone, le ultime costruzioni solide e durature risalgono all'impero romano, poi ci siamo affidati allo stellone.
Il terremoto in Giappone è stato di magnitudo 8,9 e subito i nostri esperti ci hanno detto che da noi non potrebbe mai succedere.
Noi abbiamo avuto Messina, l'Irpinia, L'Aquila, il Friuli e qualcuno lo dimentico. Aggiungo che per non farci mancare niente abbiamo avuto anche il Vajont, 2.000 morti per la colpevole negligenza della nostra politica che non ha voluto alleggerire l'invaso nonostante i segnali di pericolo che l'Unità segnalava da tempo.
Questo non significa che noi italiani siamo stupidi, tecnologicamente siamo avanzati e costruiamo in giro per il mondo. Se guardiamo la metropolitana di Milano è una cosa fantastica, quando non si allaga per altre ragioni, ma la metro di Milano è stata costruita quando ancora l'ndrangheta e la camorra non erano in Lombardia e l'edilizia era in mano a quelli del settore e la politica non era ancora entrata in campo.
Craxi ha fatto in tempo ad inaugurare la stazione di Sesto S. Giovanni, non ha fatto in tempo a metterci le mandibole.
L'unica nostra salvezza, con questa classe politica e la P2 al governo con i banditi, è che la costruzione delle centrali nucleari diventi una mangiatoia per tutti come la Salerno-Reggio Calabria.
Avremo due certezze in un colpo solo, la prima che ci costerà 1.000 volte più del preventivo e la seconda che non entreranno mai in funzione.
Almeno non saremo radioattivi, sempre se non ci hanno sepolto qualcosa sotto i piedi senza dircelo.


SALVIAMO MILANO http://www.wikio.it