martedì 15 settembre 2009

Non so come gira a voi ma, Ok notizie e' diventato piu' lento di Splinder.

Che ci sia un baco nel web? Oppure stanno controllando tutti quelli che scrivono contro il governo nei blog o nei social forum. Sta' di fatto che pssa la voglia di commentare le notizie.Qualcuno ha dei trucchi per non tirare sera nel fare un commento?

martedì 1 settembre 2009

Perche' tutta l'informazione finge di credere che il problema sia Boffo? Sono tutti d'accordo?

Il ricatto e' molto piu' profondo, a tutto il clero, sono anni che i servizi conoscono e documentano le debolezze di prelati, cardinali,vescovi e compagnia bella.
Niente in contrario, ne scrivo spesso anch'io della vergognosa doppia morale del clero cattolico.
Quello che fa schifo nell'atteggiamento di Berlusconi e del suo cortigiano, il rottweiler da combattimento Feltri, e' utilizzare quello che si e' sempre saputo per difendere la reputazione di un ammalato inaffidabile a guidare un paese.
Clero e Berlusconi sono andati d'amore e d'accordo finche' si trattava di fare la commedia, il cinema e la relativa morale sulla famiglia e sulle coppie omosessuali.
Il Family Day e' stato deprimente ed offensivo per qualsiasi persona con un cervello normale, quindi sono esclusi gli elettori del pdl e della lega.
Vedere un gruppo di divorziati, separati, con l'amante, guidati da un depravato difendere la sacralita' della famiglia cattolica e' stato offensivo persino per un ateo.
Con quale coraggio questa gentaglia si permette di fare la morale, giudicare quello che una persona normale fa sotto le lenzuola, difendere la famiglia nel nome di Dio come se chi fosse unito senza vincoli religiosi fosse una bestia e con l'appoggio di tutto il clero vaticano?
Il doppio gioco non puo' durare in eterno, la pretesa dei vescovi di giudicare il malato al governo non e' accettabile da Berlusconi, conosce benissimo le debolezze e le porcate che da millenni si compiono nelle sacrestie, nei collegi, negli oratori, nelle scuole cattoliche.
Immaginate una scena come questa. Uno va in una casa di appuntamenti, i moderni casini di una volta e trova il suo vicino di casa.
Come lo vede gli fa la morale, ma non ti vergogni, pensa se tua moglie viene a sapere che vai a puttane, non hai morale e non puoi governare un paese perche' sei inaffidabile e ricattabile da quattro puttane.
Minimo gli viene da rispondere, e tu cosa fai qui? Sei come me, siamo uguali, con quale diritto mi giudichi e mi fai la morale?
Questo e' il ricatto, non e' Boffo il problema, se la chiesa non la smette di criticare Berlusconi pertira' l'artiglieria pesante, usciranno gli scheletri dagli armadi, confidenze, insinuazioni, coltellate sotto la cintura.
Questo e' il messaggio.
Non ho una buona considerazione della gerarchia vaticana ma il fatto che cardinali, vescovi ed il Papa non mollino mia fa piacere, sara' una occasione per fare pulizia dentro e fuori dal vaticano se l'occasione sara' usata bene.
Feltri ha gia' la bava alla bocca, non vede l'ora di spargere le serpi, molte saranno velenose, altre delle semplici biscie ma piu' sara' dimostrato che tutti fanno schifo, che tutti sono ricattabili, che tutti come dice il clero: siamo uomini e conosciamo il peccato e piu' sara' giustificabile che a capo del governo ci sia un depravato inaffidabile.
E' la P2, signori, che lavora da piu' di 30 anni per destabilizzare la democrazia ed instaurare il regime. Quello che molti si ostinano a non capire, negano che esista, che il fascismo era un'altra cosa come lo sono le dittature, intanto e' sparita la liberta' di informazione, ridotta la democrazia, si e' creato un sistema di potere corrotto e clientelare, lo so c'era anche prima ma adesso e' circoscritto ad una parte sola, quella al governo ed i ministri vengono nominati in base alle prestazioni fornite al sultano, gli appalti agli amici della camorra e della mafia e qualche briciola alla lega, purtroppo per loro determinante per la maggioranza del governo, se cosi' non fosse la stretta del regime sarebbe stata ancora piu' soffocante.
Per adesso la lega si accontenta di soffocare, ed uccidere o far morire, gli immigrati ma gia' ci sono i primi segnali che per far contenta la pancia leghista si devono attaccare anche i terroni.
E' la P2, il disegno della P2, del quale ne scrivo da quando ho aperto il blog, e per il quale mi prendo regolarmente del fissato.
Intanto il disegno avanza, si smantella quel poco che e' rimasto in rai, nei giornali e tutti scrivono del problema Boffo, mentre e' in ballo un colossale ricatto ed i servizi segreti sono all'opera, dopo il clero tocca a tutta la politica, l'industria e cosi' via.
Berlusconi non molla, se sara' costretto ad affondare tutti dovranno affondare con lui e chi ne paghera' le conseguenze sara' il popolino, noi, compresi quelli che lo hanno votato.

giovedì 23 luglio 2009

La tua donna, in pubblico, cerca sempre di sminuire le tue capacita', le sue no. Lo invidio.

Intanto e' piu' vecchio di me ed e' come un martello pneumatico e l'unica cosa che gli invidio, se non ho capito male.
Non gli invidio i soldi, mediaset, tanto meno il Milan, sono juventino. Gli invidio quella cosa li'.
Quando ero piu' giovane, e facevo qualche battuta in pubblico sul tema, la Mire' mi segava in due, con amore, insomma sminuiva le mie capacita'.
Ho sempre pensato che lo facesse per non attizzare l'interesse delle altre donne, gia' avevo buoni risultati con le battute e la simpatia, se avesse sparso la voce che ero un buon martello, avrebbe perso la sua egemonia.
Non metto in dubbio le parole delle escort o delle veline, penso dicano la verita' come Mills, d'altronde l'utilizzatore finale ci da' dentro parecchio con le pillole, potrebbe essere verosimile.
Riflettendo un momento, e lasciando perdere l'invidia tra maschi, ho pensato che per 2000 euro una che si fa scopare e' disposta a dirti di tutto. Che sei alto 1,80, biondo, atletico, che come il tuo non ne aveva mai visti, che hai un tocco vellutato e maschio nello stesso tempo.
Una specie di telefono amico dell'autostima.
Qualcosa non mi convince in tutto questo delirio per il caimano, sia maschile che femminile, mi sembrano tutti interessati e retribuiti. Chi e' diventato onorevole, chi ha fatto carriera, che e' finito in tv. Persino Emilio ha avuto il suo tornaconto, uno che arriva a cambiare squadra significa che e' disposto a tutto, anche a vendersi l'anima. Mike non l'ha fatto.
L'unico credibile nel suo vero amore e' Bondi, il poeta, lui lo fa gratis.
Altrettanto non si puo' dire di Mavala', ha il ghigno di chi potrebbe tradire in qualsiasi momento, se andasse male qualcosa lo mollerebbe in un secondo.
Insomma le escort sono come i sondaggi, gli dicono sempre quello che gli piace sentire.

Silvio ha chiesto il telefono di questa qui. C'è qualcuno che puo' darglielo?


I suoi ruffiani non l'hanno trovato, potrebbe essere la tua occasione per ingraziartelo.
Gli anonimi che commentano qui dovrebbero darsi da fare.

Ho appena pulito il lavvello della cucina, in acciaio, e' venuto una meraviglia.

Mi ha soddisfatto molto di piu' che la lettura dei giornali di oggi.
L'unica certezza che ne ho ricavato e' che l'unica a dire la verita' e' stata la Patrizia, tutti gli altri hanno mentito sapendo di mentire.
Che sia una escort non me ne frega niente, e' la piu' dignitosa di tutti, certamente supera di gran lunga l' avv. Mavala' che ormai penso faccia schifo ai suoi stessi parenti.
Sulla stessa strada di Mavala' si e' incamminato anche Grillo, ogni giorno che passa ho la conferma del mio pensiero, e' semplicemente uno stronzo, fa un grande fumo e non ho capito per conto di chi.
Che sia sempre lo stesso?
Dicevo che la pulizia del lavello mi ha dato grandi soddisfazioni, certamente piu' di quelle che mi da' il blog ultimamente.
Siamo arrivati al punto di non ritorno, come tanti anni fa quando la polizia sparo' ai dimostranti, uccidendone uno.
La difesa arrivo' a dire che la polizia non ha sparato ad altezza d'uomo e' stata la vittima che e' saltata in alto, certo ha avuto un tempismo eccezionale per per prendere la pallottola giusto in fronte.
Scrivere delle nefandezze governative non serve a niente, non ci si indigna nemmeno piu', meglio pulire il lavello, almeno ho la certezza che lo schifo e l'unto li ho eliminati.
Bella giornata oggi a Milano, se non fosse per quella cappa di umidita' che non ci abbandona mai. Il cielo e' azzurro, alla milanese, con quella sfumatura di grigio che lo rende particolare.
Quello che si sta' preparando per settembre non ha niente di buono ma almeno due problemi li abbiamo risolti, Eto' ha firmato per l' Inter e Claudia Mori guidera' X-Factor, ha detti che ci spiazzera'. Aspettiamo.
P.S. Ho specificato in acciaio perche' le donne sanno che il calcare lo macchia, lo rende opaco. Giusto per segnalare che sono bravo.

martedì 21 luglio 2009

A Milano una enorme nube puzzolente, dopo l'allarme le autorita' hanno tranquilizzato la popolazione, ma la puzza rimane.

Una enorme nube puzzolente aveva invaso Milano, dopo i primi momenti di terrore vigili del fuoco ed autorita' preposte hanno tranquilizzato la popolazione.
Il fetore e' enorme, toglie il respiro, ma non e' tossico.
Dopo una breve ricerca e' stato ristretto il luogo dove il fetore si generava ed e' stato tolto l'allarme.
Un vigile ha accertato che l'enorme nuvola puzzolente proveniva dal consiglio comunale, il capogruppo della lega, Matteo Salvini ha voluto dire la sua in merito alla sentenza che ha condannato l' Atm in merito alla mancata assunzione di un marocchino in base ad un regio decreto del 1931.
Salvini ha voluto dire la sua, creando una nube puzzolente quasi come il suo pensiero, fortunatamente non e' infettiva, a meno che uno non sia leghista.
Il fetore e' quasi insopportabile ma non e' tossico.
«SENTENZA ABERRANTE» - La decisione dei giudici di Milano non è stata accolta con favore dal capogruppo della Lega in Comune a Milano Matteo Salvini, che ha parlato di «sentenza aberrante». «È arrivata l'ora che questi giudici si trasferiscano in Marocco, dove potranno assaporare le virtù del sistema giudiziario marocchino» ha detto l'eurodeputato del Carroccio. «A Milano i mezzi pubblici dovranno essere guidati solo da cittadini italiani - ha aggiunto Salvini -. Chiamerò immediatamente Catania (presidente di Atm n.d.r.) perché Milano e i milanesi siano rispettati e tutelati e gli fornirò centinaia di curricula di aspiranti autisti lombardi».
Ho controllato, il fetore non invadera' i vostri Pc, solo quelli leghisti.

Il razzismo va alimentato, altrimenti muore e si abitua alla convivenza.

Treviso, bimbo napoletano cambia scuola
"I miei compagni dicono che puzzo"

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/treviso-scuola/treviso-scuola/treviso-scuola.html

Il razzismo e' famelico come un lupo, attacca in branco ed ha sempre bisogno di un nuovo nemico.
Finiti i negri, gli extracomunitari, gli stranieri a Treviso sono ritornati all'antico, al tanto vituperato terrone che in questi anni era stato dimenticato, lasciato in disparte, risparmiato dalla bava rabbiosa dei leghisti doc, quelli del nord est.
Visto che c'è un ritorno all'antico che, per alcuni di noi, e' un ritorno alla giovinezza mi auguro che siano costretti ad emigrare in Italia ed all'estero, come ai bei tempi dove per mangiare erano costretti a prendere il treno e le navi.
Dopo aver invaso il mondo portando nessuna cultura che non fosse la loro miseria hanno fatto due soldi e sono diventati razzisti.
Tra l'altro erano pure privilegiati, i cartelli non si affitta ai meridionali li avvantaggiavano, qualche casa in ringhiera la trovavano.
E' bastato poco tempo, un minimo di convivenza e subito vennero battezzati anche loro.
I veneti sono i terroni del nord.
Come vedete c'è sempre qualcuno piu' a sud di un altro, basta essere ignoranti e razzisti e lo si trova sempre.
Strano che il servizio di Repubblica non ci abbia detto cosa ne pensa Gentilini, non sappiamo neppure a che punto e' la campagna per i cani indigeni, quelli che abbaiano in veneto. Mi piacerebbe saperlo.
I compagni di classe gli cantavano la canzone di Salvini, emerito idiota che la lega ha pensato bene di mandare in Europa. Vogliono che tutta Europa sappia quanto sono miserabili, oltre Borghezio, oltre ogni immaginazione.
Basterebbe che tornassero zona depressa, come 50 anni fa, ed in pochi mesi capirebbero qualcosa.

La Brambilla, sul sito italia.it, ha messo le autoreggenti al turismo, va tutto benissimo +7,8%.

Ora va bene l'ottimismo, anche se autoreggente, ma qualcosa non quadra, nonostante l'impegno delle ministra.
Per Federconsumi il calo e' del 20-25% e Federalberghi dichiara un calo del 15%.
Spiega il ministro: il nostro turismo nel momento in cui altri e troppi comparti dell'economia hanno registrato in questa particolare congiuntura econimica un arresto, una frenata, una criticita', ha tenuto molto bene.
Come la autoreggenti, appunto.
Confidando nelle capacita', incontestabili, della ministra faccio una proposta al Silvio nazionale, mettila come ministro del lavoro, dal quale dipende l' Inps, se c'è una categoria che ha bisogno di autoreggenti sono i pensionati.
Dai, Silvio, che con la Brambilla facciamo Bingo. Mettiamo le autoreggenti alle pensioni minime, almeno quelle un bel 7,8% in piu' con la prospettiva di arrivare all' 11%.
E cercate di mettere a posti il sito, fa schifo.

Rivendico i diritti, l' avv. Mavala' l'ho battezzato io. E me lo ritrovo ovunque.

Non ero il solo ad aver notato che quando e' in difficolta' usa sempre questa parola, mavala', ma sono stato il primo a chiamarlo avv. Mavala'.
Adesso me lo ritrovo dappertutto, nei blog, nei forum, persino Travaglio lo chiama avv. Mavala' e non ho nemmeno la soddisfazione di essere citato.
Mi viene in mente quella volta che feci una cosa che non dovevo fare. All'incrocio tra via Padova e via dei Transiti, mentre svoltavo a destra, lanciai dal finestrino dell'auto una coppetta di gelato vuota che fini' dentro una automobile che arrivava in senso contrario.
Il conducente, inviperito, grido': pirla!!
Mai vantarsi, risposi immediatamente.
Qui sta' succedendo la stessa cosa sto' dando del pirla a chi copia e non cita la fonte e loro in coro mi rispondono: mai vantarsi, lo sappiamo che sei pirla.
Questa e' la differenza tra un blogger, pirla, ed un giornalista qualsiasi che viene citato.

lunedì 20 luglio 2009

Volete sapere dove stiamo andando? Ve lo dico in poche righe, lo capirete subito.

Mancino, che nega di avere incontrato Borsellino pochi giorni prima della sua morte, e' vice presidente del Csm.
Uno che non ricorda, cosi' dice lui.
Brusca e Ciancimino dicono che era al corrente della trattativa.
Mori, imputato di favoreggiamento mafioso per la mancata cattura di Provenzano e' stato comandante del Sisde ed ora e' consulente per la sicurezza del sindaco Alemanno.
Gli ex procuratori di Palermo, Grasso e Pignatone che nel 2005 trovarono l'ultima lettera di Provenzano a Berlusconi e non ne fecero niente, sono uno procuratore nazionale antimafia, il posto giusto e l'altro procuratore a Reggio Calabria. Altro posto giusto.
De Gennaro l'ex capo della polizia ai tempi del G8 di Genova del quale e' stata chiesta una condanna e' attualmente direttore Dipartimento informazioni per la sicurezza e fa parte del Comitato Interministeriale per la sicurezza della repubblica.
Per lui sono stati chiesti solo 2 anni, per falsa testimonianza.
Serve altro? Non lo so, ognuno tragga le sue conclusioni.
Non dimentichiamo che il primo ministro, ed il suo amico Dell'Utri, considerano un eroe Mangano, condannato per mafia.
Poi ci chiediamo perche' le istituzioni erano assenti alla cerimonia in memoria di Borsellino?

Votalo qui:
347896374_2a69ca7d81_ohttp://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=192410b0abd27ec1

domenica 19 luglio 2009

Ieri, all'osteria, ho incontrato la Moratti. Ho giocato a scopa d'assi con lei. Si e' confidata con me, non posso stare zitto.

Euforica per il successo ottenuto dalla sua iniziativa, che parte propio oggi, l'ordinanza che vieta la vendita ed il consumo di alcoolici ai minori di 16 anni.
Persino Silvio ha detto che l'idea e' geniale e vuole estendere il divieto a tutta Italia, mentre il suo giornale mette in prima pagina che abbiamo la fobia dell'epidemia dell'influenza aviaria.
Ma la Moratti e' avanti 100 anni, ieri mentre giocavamo mi ha confidato le nuove iniziative che ha in mente. No, non riguardano l'expo' 2015, a quello ci pensano Ligresti ed i calabresi che hanno i cantieri in Milano..
La Moratti ha diversi assi nella manica e da qui a dicembre li calera' con perizia ed astuzia.
Entro agosto emettera' una ordinanza, un divieto vero e propio, saranno proibiti gli incidenti stradali in tutta la citta', tangenziali comprese.
Per settembre ne ha gia' pronto un altro ancora piu' interessante che sta' mettendo a punto con il ministro Maroni. Con una ulteriore ordinanza saranno vietate le violenze in famiglia, anzi nel comma B dell'ordinanza verra' vietato lo stupro, Milano sara' la prima citta' al mondo che affronta eliminandoli alla radice problemi vecchi come il mondo.
Se Silvio chiedera' di estendere l'ordinanza a tutta Italia avremo la conferma del successo dell' iniziativa.
Quello che non riesco a spiegarmi e' come mai nessuno dei predecessori ci abbia mai pensato, ne' quelli di destra, ne' quelli di sinistra, avevano la soluzione a portata di mano e non ci hanno voluto credere.
Ma la vera ordinanza stellare, lunare visto che siamo al 40° anniversario, e' quella che uscira' prima di Natale. Purtroppo richiede qualche mese in piu' la preparazione dell'ordinanza che sara' il vero fiore all'occhiello dell'amministrazione milanese: la proibizione della stupidita' e della imbecillita' attraverso un vaccino che sara' distribuito gratuitamente in tutte le farmacie. Le mamme in attesa trasmetteranno in automatico il vaccino al propio pargolo, a Milano nel giro di due anni non ci sara' piu' uno stupido, un imbecille nemmeno a pagarlo oro.
Saremo il primo comune deimbecillizzato del pianeta.
Purtroppo non si e' potuto fare una ordinanza contro l'ignoranza, quella continuera' a regnare sovrana ed indisturbata. Specialmente nel comune di Milano.

L'assassinio di Borsellino dimostra una cosa, l' Italia e' divisa in due: quella normale e quella mafiosa. Due stati paralleli.

Da una parte l' Italia normale, dall'altra la copia mafiosa delle stesse strutture.
Abbiamo il carabiniere mafioso, il politico mafioso, il farmacista mafioso, il prete mafioso, il politico mafioso, e cosi' via.
Insomma per ogni categoria sana abbiamo quella con il cancro, il problema e' che non si riconoscono, chi e' il cancro del paese lo riconosci dopo, se la parte sana ha avuto un certo sopravvento.
E' un po' quello che succede nell'informazione, che non e' succube del regime, fa parte del regime, qualunque esso sia.
Il finanziamento ai giornali di partito, che avrebbe dovuto garantire la varieta' e la liberta' di stampa, e' diventato un cappio al collo ed i contributi all'editoria per la carte hanno fatto il resto.
Se lo stato, il governo di qualsiasi colore taglia i contributi sancisce la morte dell'informazione stampata.
Chi e' disposto a morire per la liberta' di stampa?
Per questo la stampa straniera e' libera di scrivere i fatti, la realta', non prende sovvenzioni dallo stato italiano.
Sul fatto della commistione stato-mafia basta rileggere la storia degli attentati a Falcone e Borsellino, senza nemmeno prendere in considerazione Dell' Utri o Mangano e farci la solita speculazione, spero che le indagini in corso facciano luce e che si ritrovi l'agenda di Borsellino che i carabinieri hanno fatto sparire.
Detto questo resto dell'idea che alla maggioranza degli italiani non interessa un cazzo e per vari motivi, ne cito alcuni:
Disoccupazione, vacanze, mercato calciatori, campionato di formula uno, precarieta', figa, calendari delle veline, l'ultimo modello della Golf, amore, famiglia ecc.ecc.
Non c'è tempo per occuparsi della nostra storia, mettetevi nei panni di un interista di questi tempi, che cazzo gli puo' interessare che la mafia faccia combutta con lo stato se non riescono nemmeno a trattenere Ibrahimovic?
Queste sono cose gravi, valgono per tutte le squadre sia chiaro, roba da non fare la tessera.
Se avete voglia di leggere cosa sia la liberta' di stampa nel nostro paese leggete qui:
http://www.studiliberali.it/uploads/documents/Ai%20giornali%20di%20partito%20contributi%20per..-Panorama-21-08-08.pdf

sabato 18 luglio 2009

Sono diventato cinico 40 anni fa, quando hanno messo piede sulla luna. Hanno scassato a quallara pure li'.

Prima scrivevo poesie, alle ragazze anche in conto terzi, le portavo in camporella e con la complicita' della luna raccattavo qualcosa.
Dato che in queste cose non si butta via niente andava bene tutto ma non si puo' negare che il romanticismo della luna, Battisti, De Andre' e cosi' via davano una buona mano.
Poi ci hanno tolto il sogno, la nostra confidente delle emozioni segrete, che tentavamo di rendere pubbliche il piu' possibile.
Come fai a sognare o a fare il romantico guardando la luna se sai che sopra c'è un esaltato in tuta che gli pianta una bandiera sul cuore?
E' da allora che il romaticismo, lunare, si e' affievolito. Sono passato a cose piu' concrete, la ricerca di risultati immediati, basta poesie e passiamo alla pratica.
Non ho vissuto particolari emozioni nel vedere il piccolo passo di un uomo ma un grande passo per l'umanita', era una questione di supremazia, esibizione di potenza.
Mi ha emozionato molto di piu' il viaggio della cagnolina Laika, anche perche' sono convinto che nessuno le ha chiesto se volesse andare, se fosse interessata.
Raffica di iniziative che ricordano il memorabile sbarco dell' Apollo 11, quello che ci ha tolto il sogno, le serenate e gli ululati del coyote, forse volevano mettere sull'avviso la luna, guarda che daranno fastidio anche a te. Ma e' stato impossibile fermarli.
20 luglio 1969.

So che per voi che siete al mare e' un problema, ma per noi in citta' e' una manna. E siamo maggioranza.

I temporali di questa notte hanno tolto la cappa di afa, la gente si muove piu' spedita e si respira meglio, con il fresco.
So che chi e' in vacanza confida nel bel tempo ma considerate pure chi non si puo' muovere, chi deve lavorare, chi le ferie le fa in citta'.
Tranquilli che lunedi' torna il bel tempo, appena finito il fine settimana, tornera' il caldo, quello soffocante, giusto perche' molti di voi torneranno a lavorare.
Consolatevi mangiando un po' di pesce, fresco, quello che vi mandiamo da Milano e per chi e' in montagna polenta e costine.
Questa mattina su rai news 24 c'era un notizia: tra Bologna ed Imola 50 km di coda.
Sono andato su tutto citta' a vedere la distanza tra Bologna ed Imola, se nel frattempo non le hanno spostate sono 41,3 km.
Ora le cose sono due o le auto sono una sopra l'altra o l'ansia da ottimismo governativo in merito alle vacanze degli italiani e' un po' esagerata.
d'accordo che il ministro del turismo, la Brambilla, ha le autoreggenti ma reggere delle baggianate del genere non ci riesce.
Spero solo che non sia accaduto un incidente epocale, anche perche' tolto rai news 24, non ne ha parlato nessuno.
La notizia avra' anche le autoreggenti ma devono avere ceduto, si vede gia' il pelo. E' una notizia pelosa, di regime.
Per la cronaca a Milano, in questo momento, 19 gradi.

Votalo qui, solo per fare un po' di casino:
347896374_2a69ca7d81_ohttp://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=198412312f161ed3

Da lunedi' mini proibizionismo a Milano per gli under 16. Sono esclusi eronina,cocaina, ecstasy. Corso Como zona franca.

La maggioranza dei genitori si dichiara d'accordo, sancendo cosi' il loro fallimento come genitori.
Appoggiarsi alla legge, agli altri, aiuta a mettere in pace la coscienza.
Ovviamente rimangono delle zone franche, come Corso Como, altrimenti i vips non saprebbero come passare le serate, compresi i simil vips del fine settimana.
Uno stato, un comune che si affida al proibizionismo dichiara il suo fallimento, di essere incapace di far rispettare le regole, di sopperire con la demagogia alle loro manchevolezze.
Prendiamo ad esempio quel genio di Salvini, il leghista che ha fatto la proposta degli auto separati per extracomunitari.
La proposta indecente serve per tacitare la pancia dei leghisti razzisti, non so a quale stomaco di animale paragonarli visto che digeriscono tutte le panzane dei loro rappresentanti.
Dicevo che se Salvini voleva fare qualche cosa di buono per la cittadinanza e per gli extracomunitari avrebbe dovuto cercare di stanare i 20.000 clandestini che lavorano nei cantieri milanesi sottopagati e sfruttati come bestie.
Ma e' piu' notizia proporre gli autobus separati, la base leghista si sente garantita e non si ledono gli interessi dei palazzinari in camicia nera o verde.
Gli stessi genitori o cittadini favorevoli all'iniziativa del comune di Milano sono quelli che se un professore delle medie riprende il loro figlio vanno a scuola non per complimentarsi ma per aggredire l'incauto professore che si e' permesso di punire o riprendere il loro pargolo.
Maleducato e saccente.
Sono quelli che il loro ragazzo e' un bravo ragazzo, che non ha mai fatto male ad una mosca, gentile con le vecchiette e con i negri, sicuramente traviato dalla compagnia, inconsapevole della cattiveria dei compagni.
Ho sempre pensato che se vuoi conoscere tuo figlio devi conoscere i suoi amici e se i suoi amici rubano, si drogano, rigano le macchine, sono maleducati ed arroganti, anche tuo figlio lo e', non e' il diverso i il migliore che fa la media.
Adesso si stimola la sfida, la testa calda sfidera' la legge con ancora piu' gusto, la birra o altro sara' ancora piu' buona, oltre alla soddisfazione della bevuta ci sara' quella di aver preso per il culo il comune.
Come ho detto nel titolo per la droga rimane la zona franca altrimenti borghesi, manager, rampanti, calciatori, veline, letteronze, insomma tutta la crema di Milano non saprebbe come fare a passare la notte.
Senza coca non sanno nemmeno abbracciare la loro ragazza, i manager non sanno fare un contratto, i calciatori non saprebbero leggere e scrivere.
Negli anni '20 il proibizionismo fu la culla del fenomeno del gangsterismo, che si dedicò al contrabbando di alcolici.


Noi ci possiamo consolare, il proibizionismo milanese non sara' la culla di gangster e mafiosi, sono gia' adulti da un pezzo ed impegnati con l'expo' 2015.
Sono gia' grandi, anche se non hanno fatto la scuola dell'obbligo.

venerdì 17 luglio 2009

Il calendario della Cristina non e' una offesa alle donne, e' una offesa agli uomini.

http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?IDmsezione=18&IDalbum=19329&tipo=FOTOGALLERY

Da quando l'ho vista in tutti i tg televisivi mi ha sempre dato l'impressione della poveretta, di cervello. Una che si rifa' le tette a 18 anni ha qualche problema nella testa.
E' vero che siamo tutti liberi di fare, e pensare, quello che vogliamo ed e' per questo che mi ritengo libero di pensarla come la penso.
Ho fatto le solite considerazioni che fanno gli anziani, sulla donna, il mancato rispetto, sul fatto che viene considerata come un animale da mercato e tutte quelle menate figlie del femminismo.
Il simbolo della donna oggetto.
Poi ci ho pensato un po' e sono arrivato alla conclusione che i coglioni siamo noi, o meglio sono loro, quelli che comprano i calendari e sbavano per una Cretina rifatta.
Subito le avevo cambiato il nome, Cretina mi sembrava appropriato al soggetto, lei da quello che puo', non e' in grado di offrire altro, sono i maschi che sono dei coglioni, incapaci di gestire ed usufruire di un rapporto reale per sbavare dietro a due tette di plastica.
Se sono questi personaggi a sfondare non e' la fine della donna, e' dai tempi di Eva che la donna e' considerata una sottospecie dell'uomo, e' la fine del maschio, del ruolo maschile ed ancora una volta ha ragione lui.
Non siamo persone, siamo utilizzatori finali ed il problema e' che decidono loro cosa possiamo utilizzare. carta di credito permettendo.
La mamma l'ha difesa a spada tratta, questo per dire che se sono cosi' c'è sempre dietro una matrice, una storia.
Sul padre stendo un velo pietoso, ha gia' i suoi problemi.

Quello che scrivi non conta, e' dove lo metti che fa la differenza. Come fa il governo.

Ho aperto, da poco, un blog parallelo e' nei miei link.
Questa mattina ho pubblicato un post, quello su Taormina, e l'ho postato su ok notizie.
Il blog ha avuto 90 visite, partendo da zero.
Avrei potuto scrivere qualsiasi cosa ed il risultato sarebbe stato lo stesso, non e' quello che scrivi che conta ma la vetrina, la propaganda.
Per una volta mi sono comportato come il governo, ho venduto fumo, quello che mi da' fastidio e' che hanno abboccato in parecchi, anche se sono sempre meno di quelli che abboccano al governo.
Evidentemente questa casa e' invecchiata, ha stancato o sono io che sono stanco e soffro l'umidita' di Milano. Mancano le idee e le solite cose hanno sfiancato tutti, meglio tornare a scrivere di stronzate e liberarsi il cervello.

giovedì 16 luglio 2009

Lo dico da anni e mi contestano. Oggi lo dice Taormina: Berlusconi e' un dittatore, sia pure in un paese democratico. Per adesso

Nessun problema fino a quando il consenso mantiene il suo livello, ma non appena questo dovesse venir meno tutte le magagne usciranno fuori. Parole di Taormina, avvocato ex parlamentare di forza italia.
Il partito non esiste, non c'è mai stato nessuno che abbia potuto dire una parola sulle leggi ad personam, non conosce democrazia interna ed i dirigenti sono nominati dal capo.
Mi fermo qui perche' di forza italia o del pdl non me ne puo' fregare di meno, mi interessa invece il fatto che l' Italia viene governata allo stesso modo, come un regime.
Le corazzate televisive e buona parte della stampa lavorano 24 ore su 24 per tenere alto il consenso in tutti i modi, dalla censura all'esaltazione del capo, si nasconde il marcio e si moltiplica per 1000 qualche cosa di buono che e' uscito per sbaglio.
Le contestazioni, le proteste vengono censurate, se qualcuno si permette una critica viene immediatamente attaccato su tutti i canali e quasi tutti i giornali.
Come dicevo ieri i regimi, almeno in Europa, si sono aggiornati nessuno e' stato rinchiuso in uno stadio ma la politica repressiva e' piu' forte che mai.
Da una parte la lega con la fobia dello straniero e dall'altra amministratori locali che adottano soluzioni dementi in nome di una sicurezza che non avremo mai.
Ogni giorno avremo vittime di incidenti, vittime del lavoro, pazzi che sterminano la famiglia e non sara' la restrizione delle liberta' individuali, mi riferisco al fumo, alla bevuta e cosi' via, che ci garantira' una sicurezza che non avremo mai.
Serve solo da propaganda per il regime, durezza estrema con i poveri e morbidezza assoluta per i ricchi, ladroni, evasori, corrotti e corruttori.
Vogliamo la sicurezza con l'extracomunitario mentre abbiamo i colletti bianchi che rubano il futuro ai nostri figli. Tutto questo per una birra o una canna.
Lo scudo fiscale e' piu' deleterio di un attentato. L'attentato puo' fare qualche decina di vittime lo scudo ci rende tutti vittime e cancella il futuro del nostro paese, e' uno stupro globale e questa volta mette d'accordo tutte le vittime, abbiamo la pari opportunita' assoluta.
Lo prendiamo tutti in quel posto.

Una buona notizia, segnali di ripresa economica nella mia zona. Dopo un periodo buio. Nuove attivita'.

Si inverte la tendenza, dopo le chiusure di negozi in serie, una buona notizia.
Parte una nuova attivita', un ottimo segnale per l'economia.
Hanno aperto un centro estetico, massaggi, pedicure, manicure.
Un gruppo di volonterose ragazze cinesi si e' lanciato nell'avventura, evidentemente i problemi di lingua hanno impedito che le voci di crisi raggiungessero anche loro, oppure hanno sorbito dal cavaliere una buona dose di ottimismo. Propendo piu' per la seconda.
Non per altro, diciamo per affinita', il locale apre alle 10 del mattino e, nonostante tutti pensino che siamo in crisi, chiude alle 2 di notte.
Pare che tagliare le unghie, farsi massaggiare venga meglio oltre un certo orario, tra l'altro sono posizionate di fronte alla sala giochi, il club prive'.
Se non ti riesce lo scambio puoi sempre farti tagliare le unghie.

Se Fassino prima, e adesso Veltroni considerano Craxi superiore a Berlinguer nessuna sorpresa che il Pd sia un morto che cammina

Non entro nel merito dei centesimi di millimetro che politicamente gli ha spinti a fare una dichiarazione del genere: Bettino profeta, Berlinguer miope, non mi interessa in questo momento, mi interessa la loro pochezza come dirigenti e come persone che spiega tutto lo sfascio del Pd.
Uno e' morto da latitante, preso a monetine da tutta Italia da un popolo incazzato e senza l'intelligenza di capire le sfumature che hanno apprezzato la politica del cinghiale, fortunatamente abbiamo la figlia, Berlusconi, Fassino e Veltroni a ricordarcelo.
I primi due non li considero ma gli altri due li prenderei a sputi, le monetine e' meglio risparmiarle.
Berlinguer e' morto mentre per l'ennesima volta cercava di spiegare a questa mentecatta Italia la questione morale, la deriva della politica che occupava lo stato.
Ha dato la vita per una manica di pirla, i nuovi dirigenti dei Ds e poi del Pd.
Pochi mesi prima, Enrico, era stato fischiato al congresso socialista dai rampanti della Milano da bere. Il cinghiale invece di mostrare un minimo di educazione e di rispetto si e' lamentato del fatto che non sapeva fischiare, avrebbe fischiato anche lui.
Una vergognosa esibizione di arroganza da parte di un corrotto che ha portato il debito del paese a cifre astronomiche.
Mi spiace che Enrico fosse assente allo spettacolo delle monetine lanciate allo statista, ma questa e' una soddisfazione mia, che Enrico non avrebbe mai fatto sua, lui avrebbe chiesto rispetto.
Quello che non hanno avuto Fassino e Veltroni, che mi fa vergognare anche solo il pensiero di averli votati.
La politica non ha solo strategia ha anche un cuore e non mi interessa vincere contro il mio cuore ed i miei ideali, preferisco perdere che vincere con i Fassino ed i Veltroni.
Andate avanti voi.

Se senti parlare Bonaiuti ti rendi conto che il sistema e' geniale, altro che l'avv. Mavala'.

Se tu neghi l'esistenza delle ragazze o dichiari che e' l'utilizzatore finale ma e' stato tirato dentro da qualche nemico, non fai che confermare che il problema esiste, i raffinati se ne rendono conto.
Bonaiuti, e non solo lui, va oltre entra nel pieno del modello P2 lui non ne parla nemmeno, automaticamente il problema non esiste, e' gossip, non e' politica e quindi al politico non interessa.
Guardate che il ragionamento sembra grossolano ma e' molto sottile e pure profondo, viene utilizzato in tutte le occasioni. E' politica raffinata non grossolana, e quindi odiosa, come quella della lega. La lega ha scoperto la pancia dell'ignoranza e ci costruisce sopra un sistema di potere che ha la sua resa economica e di potere basata sull'illudere il suo elettore, la tua ignoranza ti rende diffidente verso lo straniero? Ed io ti faccio la finta lotta allo straniero, ne massacro o mando a morire 1000 per sfruttarne 10.000 o in fabbrica o in lavori che in Italia nessuno vuole fare.
La politica della P2 e' molto piu' sottile, per assurdo e' un regime molto piu' pericoloso delle ronde leghiste che, in teoria, potrebbero farsi una birra con l'extracomunitario che parla il loro dialetto, imparato al lavoro.
Tutto nel pdl, il partito della P2, e' gestito nella stessa maniera, illuminando quello che interessa ed oscurando quello che non si deve sapere.
E' successo con i rifiuti di Napoli, autentica vergogna anche del centrosinistra che pero' non ha bluffato ha mostrato semplicemente i suoi limiti e la sua incapacita'.
La P2 no, prima ti ha bombardato con l'informazione scritta, parlata e visiva dei rifiuti e poi li ha fatti scomparire, come e dove per loro non ha la minima importanza, l'importante e' che spariscano come e dove e' secondario.
A lamentarsi della situazione restano solo gli abitanti vicino alle discariche, irregolari, che denunciano devastazioni di parchi ma, se tu li fai scomparire, alla massa rimane la sensazione di un risultato positivo. Criticate pure ma intanto le strade sono pulite.
La stessa cosa con il terremoto, il regime informa che va tutto alla grande, chi si lamenta non viene messo in evidenza e non basta qualche blog o qualche inchiesta per testimoniare lo sfascio, le magagne.
Immaginatevi un solo momento se al governo ci fosse Prodi, mediaset e la rai avrebbero 24 ore su 24 inviati che testimonierebbero l'insoddisfazione, l'esasperazione delle vittime del terremoto.
Vi ricordate i servizi televisivi sui pensionati che raccoglievano i rifiuti nei mercatini rionali?
E giu' con la demagogia della quarta settimana, che poi e' diventata la terza. Intendiamoci tutte cose reali, anche se non a livello di come le documentava il tg4, ma io mi domando:
che fine hanno fatto i poveracci che raccoglievano gli scarti della verdura?
Nella mia via, in sei mesi, hanno chiuso tre negozi: una merceria, uno di vestiti e jeans ed un calzolaio. Non riuscivano a tirare fuori le spese.
Ripeto la domanda: dove sono finiti quei pensionati ridotti in miseria dal governo Prodi?
O esistono ancora, ma non ce li fanno vedere, oppure la 14a che hanno avuto da Prodi ha risolto il problema.
E' un regime, cari miei, e ci fa vedere solo quello che vuole, e' la P2 che ci governa, con buona pace degli intellettuali che sono impegnati a recensire il concerto di Madonna.

Oggi mi sono iscritto al blog di Grillo, per lasciare i commenti. Ne ho lasciato uno.

Ti seguo da lustri ed ho una curiosita': come mai, se ci tieni tanto al Pd, hai fatto una iscrizione da 16 euro?
Noi operai ed impiegati facevamo la tessera da 100.000 lire al Pci, oltre a lavoraci tutto l'anno a gratis.
Non mi rispondere con la battuta che sei genovese, e' vecchia. Pur trovando dei punti di accordo trovo che e' una speculazione, di rottura.
Perche' non chiedi l'iscrizione al Pdl e non lo distruggi dall'interno?
Non dico come Pasolini, inarrivabile, ma almeno provarci. Saresti piu' credibile.
Non sono iscritto al Pd, per coerenza.

Natalino G., Milano Commentatore certificato 16.07.09 09:38|

mercoledì 15 luglio 2009

Legawood di Milano, dal Piccolo Teatro al piccolo uomo, Bossi.

L' albergo dei poveri - 1947

autore: Maxim Gorkij
traduzione: Giorgio Strehler
regia: Giorgio Strehler
scene: Gianni Ratto
costumi: Ebe Colciaghi
Attori nella foto: Marcello Moretti

Fotografia: Claudio Emmer






Da Paolo Grassi e Giorgio Strehler ad Umberto Bossi e Roberto Castelli, da Bertolt Brecht all'ignoranza da tagliare con l'accetta, da scavare con il buldozer.
Per dare ancora piu' importanza e dimostrare che e' una mangiatoia della lega il nastro di inaugurazione, tagliato da Formigoni, e' verde, come i fazzolettini dei politici padani stipendiati da Roma ladrona.
Il pdl paga il prezzo dell'alleanza e per stare al sicuro lo paga all'ignoranza.

Capite, adesso, perche' Milano e' ridotta cosi?

martedì 14 luglio 2009

Le ultime curve, poi siamo come l' Argentina di Menem, che aveva fatto le prove della P2.

Purtroppo, da noi, manca la reazione popolare che ha avuto l' Argentina di Menem, la borghesia che una volta era, per una parte, illuminata se ne frega ed il popolino e' diviso in due.
Una parte e' talmente presa dai suoi problemi che non si rende conto che senza una reazione guidata dalla politica non se ne esce, rifiuta la politica e non capisce che senza la politica non ci sara' nessuna liberazione.
L'altra confida nello stellone del caimano, spera che le briciole che gli cadono attorno diventino mezzo panino oppure e' semplicemente fascista e razzista e gli piace questo sistema.
Godono di molta visibilita' sembrano tanti ma sono minoranza, e' il silenzio della maggioranza che fa da moltiplicatore dei disturbati della lega e dei nostalgici del regime.
Leggo spesso il gazzettino del nord est ed i commenti dei lettori ad articoli farneticanti di giornalisti razzisti e dirigenti comunali fuori di testa. In questi commenti c'è molto buon senso, molto piu' che negli articoli pubblicati e nelle politiche che esprimono ma, i commenti, hanno ovviamente meno visibilita' dei commenti.
E' un lavoro oscuro e difficile ma si deve continuare nell'opera di ragionamento e di semina ideale.
Dopo avere negato in tutti i modi che si stesse preparando uno scudo fiscale per mafiosi ed evasori le stesse persone che accusavano repubblica di essersi inventata lo scudo fiscale adesso lo confermano, ma non e' quello di repubblica, ci dicono, cambiano 8 virgole e 4 punti.
Ricordo che la Germania fece una operazione del genere quando scoprirono i fondi all'estero ma imposero una aliquota del 25%, imporre il 5 come sta' facendo il governo e' da associazione a delinquere.
Per questo torno a ripetere che la deriva Argentina e' nella dirittura d' arrivo, siamo alle ultime curve e la fine della corda sara' l'attacco alla magistratura e l'abolizione delle intercettazioni.
Siamo sul piano etico, economico e morale come l' Argentina di Menem, politicamente anche peggio perche' la' hanno effettuato il primo esperimento della P2 qui l'hanno messo in opera in modo piu' accorto e preciso. E' sul piano popolare che non siamo come l' Argentina, qui si assiste allo sfascio senza reazioni da parte della massa e le cose sono due, o la massa dorme o ci sara' una reazione improvvisa e devastante, incontrollata.
Manca poco, da settembre in su i nodi arrivano al pettine ed allora verificheremo se il popolino si berra' ancora le balle del regime o se la reazione sara' violenta ed incontrollata come temo.
Grillo ha aggiunto casino a confusione, la destra gongola, il centrosinistra fa l'offeso ma tutto questo puttanaio lo pagheranno le masse.
Ancora ieri, davanti all'evasione miliardaria del nostro paese, c'era qualche stordito che scriveva che gli evasori esistono perche' si pagano troppe tasse.
Sono talmente pirla da contraddirsi da soli, se evadi come fai a dire che paghi troppe tasse?
A questo punto di imbecillita' li ha ridotti la televisione.
Il debito pubblico e' incontrollabile e ringraziate Prodi che siamo in Europa altrimenti avrebbero fatto una svalutazione che avrebbe segato in due i nostri redditi.
Specialmente i nemici dell' Europa, i leghisti, dovrebbero riflettere su questa situazione della quale sono corresponsabili.

lunedì 13 luglio 2009

Tre giorni di crociera nella caserma della Guardia di Finanza e adesso?

La festa e' riuscita benissimo, anche se mancava il pianista Confalonieri, la pausa stampa di cui gode da 15 anni ha funzionato benissimo.
Intanto a Roma si lavora al maxi condono sul rientro dei capitali e si prepara l'omaggio al vaticano sul testamento biologico.
Sto' ancora aspettando che lo statista chiarisca in modo definitivo se fa il primo ministro o l'utilizzatore finale, l' ha detto lui che avrebbe chiarito tutto.
Il tempo per costruire false prove l'ha avuto, l'avv. Mavala' non ha avuto un attimo di tregua, la cartellina con tutti i dati in merito allo scandalo delle escort dovrebbe essere pronta, adesso basta sguinzagliare i soliti in tutti i canali televisivi a ripetere all'infinito tutto quello che ha preparato Mavala'.
Intanto la propaganda piduista non da' tregua, la Brambilla ha detto che il settore turismo gode di un momento favorevole, grazie a lei, i tg sono gia' pronti per occupare meta' del tempo con le riprese sulle spiaggie di gente felice e spensierata come piace al primo ministro.
Non so se la moda lanciata da studio aperto sara' utilizzata da tutti i tg del regime e mi riferisco all' urletto finale dei soliti storditi da spiaggia alla fine de servizio propaganda: Italia Uno!!
Intanto la Federconsumatori dichiara: vacanze piu' corte per molti italiani.
Le associazioni professionali del commercio ipotizzano un calo del 20-25%, che parla di un coinvolgimento del 41-42% delle famiglie in una ulteriore riduzione della fascia temporale delle vacanze.
Cero che se riuscissero a farci andare al mare o in montagna con il virtuale non sarebbe male.
A me basterebbe che Milano avesse qualche grado in meno e meno umidita', mandero' una mail alla Brambilla e vedrete che in pochi giorni saro' esaudito.
Tanti complimenti all'animatore della crociera chiamata G8, ha dato il meglio di se' e su questo non avevo dubbi, come intrattenitore e' uno dei migliori, molto piu' bravo di Fiorello.
Oltretutto il fatto di entrare in una caserma di finanza senza manette ai polsi l'ha agevolato parecchio, la tensione che abbiamo visto era per altre ragioni che non voglio piu' ripetere, ma era da parecchio che non incontrava la Guardia di Finanza ed il fatto di incontrarla con il lodo gli ha tolto almeno una preoccupazione.
Io conoscevo un barbiere di Via Crespi a Milano che aveva l'abitudine di ripetere sempre: W l' Italia e la figa della sciura Amalia.
Non so cosa avesse la figa della sciura Amalia ma sicuramente meritava molto di piu' di questa Italia, piduista. Ma ci vuole poco.

mercoledì 8 luglio 2009

All'oratorio vicino a casa mia hanno arrestato un pedofilo che si era chiuso nei bagni con 2 ragazzine.

In questo oratorio ci sono centinaia di bambini che fanno la scuola estiva. Sono gestiti da un prete e da alcuni ragazzi e ragazze, quasi tutti minorenni, che fanno gli animatori.
Questo signore si e' intrufolato spacciandosi per un nonno, ha aiutato il gelataio nel trasporto dei gelati e poi ha chiesto alle due bambine dove fosse il bagno.
Le due bambine l'hanno accompagnato e nessuno si e' accorto di niente.
I fatti non sono precisi al millesimo, come sempre in queste cose ma piu' o meno sono andati cosi'.
Una e' una bambina di terza e l'altra di seconda elementare.
Una volta nel bagno una si e' spaventata ed e' scappata via l'altra e' rimasta alle prese con il mostro.
Il fatto che la prima bambina non abbia chiesto aiuto ai ragazzi piu' grandi dimostra che non sono istruiti per niente da parte dei responsabili.
tempo dopo non vedendo la sua amichetta tornare ha parlato con una animatrice, sono corsi immediatamente nel bagno ed hanno trovato il maiale sporco e la bambina spaventata.
Non so se ha usato violenza o no, so che il tipo ha fatto in tempo a scappare ed hanno chiamato i carabinieri e l'ambulanza. la prima bambina e' gia' uscita dai controlli la seconda ancora no e non sappiamo quale sia la situazione.
Alcuni animatori hanno preso le biciclette e si sono messi alla ricerca del maiale, seguiti dai carabinieri. Poco dopo l'hanno trovato in riva alla Martesana e l'hanno arrestato.
Per adesso questi sono i fatti, vedremo domani cosa diranno i giornali che sono accorsi subito.
Adesso arriva il peggio. Domani si tiene la festa dell'oratorio per la chiusura o per che cazzo non lo so, sta' di fatto che, nonostante quello che e' successo, il prete ha fatto fare le prove per i balletti di domani, perche', secondo lui, niente puo' rovinare la festa dell'oratorio.
Questo atteggiamento e' ancora piu' schifoso ed agghiacciante di quello che mezza Italia ha tenuto con il caimano, dove hanno fatto passare una vigliaccata di un ammalato, grave, per una cosa normale. Con l'avvallo dei genitori della minorenne.
Si possono fare molte considerazioni su questa mentalita' dilagante, sto' scrivendo di getto e mi riprometto di tornarci ma una cosa la voglio dire subito. I preti, la chiesa, in lombardia sono contro l'educazione sessuale, non l'educazione in se come e cosa fare ma non vogliono che si parli di queste cose nemmeno davanti ad una violenza, effettuata o no non importa.
Invece di radunare tutti i bambini e spiegare loro, insieme ai genitori, al dottore ed ad una assistente sociale, come ci si comporta se avvicinati da estranei si preferisce continuare con le prove della festa.
Lo show deve continuare, come se fosse questione di vita o di morte e nessuno, al momento ha pensato di annullare questa cazzo di festa e di utilizzare le stesse pre per cose molto piu' importanti, tipo l'informazione dei bambini.
Spero che alla bimba non sia successo niente di grave, per quanto riguarda il Don spero di riuscire a contattarlo per dirgli quello che penso di lui.
C'è di mezzo una persona a me cara, ma devo in qualche modo parlare con questo tipo.
Don o non Don mi ha fatto girare i coglioni, lui e la sua festa.

Messaggio urgente per Tarantini, da parte di un certo Silvio.

Giampaolo, mi serve una ragazza nuova per la cena di venerdi' sera, al G8.
C'è la cena delle First Lady e non ho neanche una gnocca da portare, non posso ripiegare sempre sulla Mara.
P.s. Non fare il furbo, sotto i 2000 euro, che c'è la crisi.
20090708_times-berlusconi-La prima pagina del Timesonline di oggi. E' tutto un programma, il suo programma per il G8.

Al via il G8 con una presidenza squalificata, senza prestigio. L'ultima volta di un nano tra i giganti.

I suoi tg, tg1,tg2,tg4,tg5 e studio aperto ogni sera tolgono il marcio dalla mela dell'informazione e sono senza argomenti, e' rimasto solo il picciolo.
Foto_sezione_melaNel tentativo di tenere alto il prestigio del presidente del consiglio sono costretti a scartare tutto il marcio che ha generato il suo modo di essere il problema e' che, della mela, non rimane niente.
Ed allora via con le lodi sperticate al picciolo mentre la polpa dell'informazione passa alla stampa straniera ai fedeli sudditi del sultano non rimane che mangiare, nell'ordine: semi, buccia,pericarpo, calicina con il picciolo si possono dare una pulitina ai denti.
Per fortuna, dei partecipanti, e' l'ultimo G8 con la presenza del piazzista, loro se ne liberano e adesso tocca a noi. Se gli italiani si svegliano.

Le dimissioni di Salvini, altra presa per i fondelli agli elettori della lega. Il gran gesto fasullo.

Ieri scadeva il termine a disposizione di Salvini o il parlamento europeo o quello italiano, l'incarico non e' cumulabile.
Il fatto che un verme del genere abbia scelto l' Europa non mi consola, puzzera' un po' meno l' Italia ma puzzera' l' Europa.
Se vuole fare il bel gesto, al quale non credo, si deve dimettere da parlamentare europeo, resti a fare l'assessore a Milano al suo odore ci siamo abituati. Sembra sempre di essere in campagna quando concimano i campi.
L'informazione, tanto per cambiare, ne parla come se fosse un atto nobile ed invece e' una presa per il culo.

martedì 7 luglio 2009

L'anticomunismo, peloso, di confindustria va bene solo con gli operai, che chiedono diritti.

La Marcegaglia gongola: Oggi e' una giornata di portata storica. Qui ci sono 500 imprenditori italiani e 300 cinesi ( proporzionati agli abitanti). I nostri rapporti diventeranno piu' profondi.
Mastella, questa mattina su rainews24, ha detto che Silvio e' attaccato dall'estero perche' siamo potenti e facciamo affari con la Cina, le zoccole sono il cavallo di Troia per attaccare l' Italia.
Una guerra tra puttane, praticamente.
Tolto Napolitano nessuno ha fatto parola dei 150 morti di ieri in Cina, ne' la Marcegaglia, ne' Mastella che e' preso dal lancio del suo libro di memorie, ne' il caimano, che si e' limitato a dire: l'ha gia' detto Napolitano.
Se si fosse trattato di parlare di figa avrebbe tenuto una conferenza stampa mondiale di 8 ore, giusto per ribadire il tempo che lui passa a martello sulle escort.
Forse sono i buoni rapporti con la Cina che fanno percepire al caimano di essere circondato dai comunisti.

lunedì 6 luglio 2009

Spero che gli abruzzesi, che non hanno apprezzato il camping, apprezzino almeno la vista di personaggi famosi, l'elite mondiale.

Non saranno cantanti o calciatori ma sono pur sempre conosciuti in tutto il mondo inoltre, per l'occasione, potranno essere soddisfatti del riordino della caserma della guardia di finanza e della nuova strada che collega all'aereoporto.
Vedere buttare nel cesso centinaia di milioni di euro per la megalomania del caimano che vuole passare alla storia, come Castro, o Gheddafi, gli unici che sono al governo da piu' tempo di lui.
E gli va gia' bene che non gli venga in mente un viadotto, tipo ponte sullo stretto, che passi sopra al Gran Sasso ad imperitura memoria delle veline che lo percorrerebbero.
Che importa se gli anziani prendono sole e freddo, pioggia e vento e per andare in bagno fanno la coda davanti al gabbiotto chimico, quando avranno l'opportunita' di vedere da vicino i personaggi piu' potenti al mondo, costretti pure loro per dovere di cortesia ad essere protagonisti di questa pagliacciata.
Giusto per preparare il terreno con la stampa di tutto il mondo, ieri, ha trovato il modo di attaccarla perche' non ubbidisce come Giordano o Feltri.
Raccomanderei alle vecchiette di conquistare la prima fila, pare che il caimano arrivi fornito di dentiere e, se inquadrato bene dalle sue tv, ne abbracci piu' di una e senza palpare il culo.
Per questa volta.
Su con il morale, cari amici abruzzesi, siete messi male ma ancora peggio di voi sono messi i sostenitori del pdl e della lega, anche quelli che girano qui nel blog a difendere l'indifendibile.
Voi avete qualche speranza che con il vostro coraggio e la vostra volonta' uscirete da questa tragedia, ne sono certo, i sostenitori del pdl e della lega non ne usciranno mai dalla loro condanna, quella di essere ciechi all'evidenza.
Fatevi sentire che', se mantiene le promesse come ha fatto con L'Africa allora nemmeno la vostra forza potrebbe salvarvi.
Lui si e' giustificato, dal fatto di non aver mantenuto le promesse, con la solita scusa, ha dato la colpa a Prodi.
Io non ci credo, voi fate come volete, ma una cosa e' sicura Prodi non ha messo 5 suoi aerei privati a spese dello stato, lui si, ed avrebbe potuto sfamare un milione di bambini africani.
Forse l'ha fatto perche' e' previdente, ha voluto evitare che tra una decina di anni venissero respinti dalle nostre spiagge, ancora una volta ha fatto un piacere alla lega.

domenica 5 luglio 2009

Panico nel Pdl, colf e bandanti esclusi dal ddl sicurezza.Fortunatamente ci pensa Giovanardi, Minzolini respira, un sollievo.

In effetti, appena votato il decreto sulla sicurezza, c'è stato malumore all'interno del pdl che, nel tentativo di assecondare la lega, vittoriosa, si sono dimenticati colf e badanti.
Come una sola voce sono insorti Minzolini, Fede, Giordano,Feltri,Giannino,Vespa, D'Urso, Perego, Bianchetti, Ventura, Ferrara e cosi' via.
Insomma nella fretta hanno dimenticato la servitu'.
Ingrati.

sabato 4 luglio 2009

Ci sono momenti, rari, in cui ci si sente orgogliosi di essere italiani, situazioni in cui emerge tutta la nostra storia.

Non mi riferisco a Valentino o al duo Tremonti-Berlusconi che pilotera' il G8, ma a situazioni che fanno parte della storia dell'evoluzione umana, quasi come Leonardo.
Glamarathon, la corsa sui tacchi a spillo a Milano.
279 partecipanti, tra uomini e donne, per entrare nel Guinness dei primati. 244 donne e 35 uomini, giusto per non farci mancare niente.
I tacchi dovevano essere, minimo, di 7 cm ma arrivavano anche a 12 con un vincolo, il diametro doveva essere al massimo di 1,5 cm. Come il loro cervello.

Ecco l'omaggio del Presidente del consiglio a tutti i capi di stato presenti al G8.

Questa volta niente cravatte per gli uomini e collane per le signore, il presidente del consiglio ha avuto una idea geniale che fa da sintesi a tutta la sua storia politica.
Come vedete dalla foto il prezioso oggetto e' la sintesi della personalita' del premier.
l'Aquila rappresenta la rinascita e la palla di vetro ricorda le palle che il presidente racconta da oltre 15 anni. Il meraviglioso oggetto sostituira', gradatamente, la farfalla d'oro che di solito regala alle gentili ospiti dei suoi aerei, in carico allo stato.
Un collaboratore dei servizi segreti spieghera' ai gentili ospiti, in tutte le lingue, come utilizzare l'oggetto in questione per vedere l'effetto della neve che cade.

venerdì 3 luglio 2009

Comincio' ad inveire, in un linguaggio incomprensibile e non capivo cosa voleva. Fortunatamente passava la ronda.

Le vene del collo erano ingrossate e sbraitava sguaiatamente, avevo appena parcheggiato e non c'era nessuno quindi, non penso che il problema sia stato quello.
Il tipo non si calmava ma, fortunatamente, in quel momento, stava passando una ronda.
Dopo averle maledette per anni in quel momento mi sentii sollevato e mentre attiravo la loro attenzione pensai: vuoi vedere che non ho capito un cazzo ed invece sono utili?
Si avvicinarono con tutta la prosopopea che ha la gente in divisa, e gia' questo mi fa girare i coglioni, comunque puntai il capo, quello con lo sguardo piu' intelligente, e gli dissi: senta questo qui, indicando l'esagitato, mi sta' aggredendo ma non capisco cosa vuole, non so che lingua parla, provi lei.
Il capo ronda si giro' verso l'esagitato e gli chiese: qual'è il problema? Come si permette di disturbare i pacifici cittadini?
Lo straniero, o presunto tale, rispose nella sua lingua e vidi allargarsi dei grandi sorrisi, anzi si piegavano in due dalle risate, tutti quanti sia lo straniero che la ronda.
Avevano le lacrime agli occhi.
Chiedo cosa ci fosse tanto da ridere ed il capo ronda, ripreso il fiato mi disse: e' un bergamasco della valle, le stava chiedendo semplicemente una indicazione stradale.
Vuoi vedere che hanno pensato a tutto, per fare la ronda devi sapere le lingue?
Cronaca dal futuro.
Gli extracomunitari di Bergamo.

Intervista esclusiva ai terremotati abruzzesi ospiti di Villa Campari di Lesa, sul Lago Maggiore.I primi in una villa di Silvio.

Villa Campari di Lesa, sul lago Maggiore,
splendida proprietà in stile liberty già dei produttori dell’aperitivo costruita nell’800 dal patriota e politico Cesare Correnti. Composta di circa trenta stanze e arricchita da un grande terrazzo, un giardino curatissimo e lussureggiante, un accesso privato al lago e una pista
d’atterraggio per elicotteri, è stata scelta dal Cavaliere come “rifugio” dalla mondanità paparazza della Sardegna.
Circa 30 anni fa andammo in vacanza a Vieste, durante il viaggio ci fermammo in Abruzzo e feci amicizia con Delirio, un giornalaio di Pescara, e per qualche tempo siamo stati in contatto.
Tutto nacque dal fatto che gli era piaciuto il giornale che leggevo.
Pensate come e' strana la vita, sono sicuramente piu' di 10 anni che non ci sentiamo e l'altro giorno squilla il telefono. Sulle prime non avevo capito chi era, sono Delirio mi ripeteva, non ti ricordi? Un po' mi sono vergognato ma poi mi e' tornato tutto in mente. Come stai? Gli chiesi, sei fortunato che sei lontano dal terremoto.
Ti chiamo propio per questo rispose, 15 anni fa mi sono trasferito all' Aquila e sono una delle vittime, fortunato comunque in quanto ancora vivo.
Ti chiamo perche' sono vicino a Milano e potremmo vederci, se ti va. Certo, rispondo, e dove sei?
Sono sul Lago Maggiore aVilla Campari ospite di Berlusconi siamo una decina oltre alla mia famiglia. Se vuoi puoi venire a trovarmi e' un posto bellissimo e possiamo ospitare come vogliamo, ci ha dato carta bianca.
Pensa che io ero diffidente, caro Delirio, pensavo che fosse una delle solite mosse propagandistiche ed invece la sorpresa, e' propio un uomo incredibile.
Non puoi nemmeno immaginare, rispose Delirio, facciamo la spesa in un negozio che ci ha indicato lui, senza pagare, ci portano tutto a casa, consegna a domicilio.
Puntine di maiale, costate, pesce di lago, verdura e frutta fresca. Abbiamo un barbecue in cemento nel giardino, con un enorme tavolo dove ci stanno una cinquantina di persone, e' una pacchia continua, ho messo su 5 chili in un mese.
Sono propio contento, gli dissi, mi spiace solo che mi devo rimangiare tutte le critiche che gli ho fatto negli ultimi 20 anni, ma obiettivamente uno deve riconoscere i propi errori.
Bene verro' a trovarti e facciamo una bella rimpatriata, come ai vecchi tempi. Per non urtarlo non verro' con il giornale, il mio, e' un minimo di rispetto che gli devo, anche se non arrivero' a comprare il suo, giornale. A tutto c'è un limite.
Guarda mi spiace per il terremoto ma sono contento che sei sul Lago Maggiore cosi' ci vediamo.
Delirio mi rispose, vuoi la verita? Io sono arrivato a ringraziare il terremoto, una vita del genere non avrei mai potuto goderla, e' stato un regalo del signore.
Deliro e' cattolico ma, francamente, non ho capito a quale signore si riferiva.
Subito dopo mi sono svegliato, devo aver mangiato troppo ieri sera, il Delirio era il mio.

giovedì 2 luglio 2009

La sicurezza non ha prezzo, ne' economico ne' morale. Li ho visti all'opera e mi hanno convinto.

La ronda si avvicino' con fare deciso alla carrozzina a rotelle, spinta da una negra, non africana ma scura lo stesso.
Incuriosito mi sono avvicinato per seguirne il comportamento, dato che sono contrario e prevenuto.
Con fare deciso ma educato hanno chiesto i documenti alla badante, non hanno chiesto patente e libretto perche' la carrozzina non aveva la targa. A proposito sara' il caso di provvedere.
La badante tiro' fuori qualcosa, i documenti ed un foglio, sembra sia la ricevuta della richiesta del permesso di soggiorno inoltrata 8 mesi fa, non ancora arrivato.
Alla ronda brillarono gli occhi, come un diamante brilla nel buio, al primo colpo hanno il clandestino, che culo.
Ligi alle regole chiamarono la polizia per eseguire l'arresto, a nulla valsero le suppliche e le lacrime della badante. Provo' anche a dire che non poteva lasciare la vecchietta da sola in quanto non in grado di esprimersi e non autosufficiente.
Fece leggere piu' volte la ricevuta del commissariato ma non ci fu niente da fare.
All'arrivo della volante le misero le manette, le sequestrarono il telefonino e l'invitarono a chiare il suo avvocato, a voce.
Mi immaginai l'arresto di Tanzi, se l'atteggiamento con una povera donna e' questo chissa' quale sara' stato, l'atteggiamento, quando hanno arrestato Tanzi, un delinquente incallito.
Ma questo e' un altro discorso.
Immediatamente nei giardini si sparse un senso di sicurezza, ci sentimmo tutti meglio ed anche le mie odiose prevenzioni contro la lega razzista vennero un po' meno, dopotutto e' per il nostro bene.
In pochi minuti la portarono via a sirene spiegate, volevano essere i primi nell'arresto del clandestino, un po' come si fa con la nascita del primo bambino del nuovo anno.
Soddisfatta di se' la ronda saluto', tronfi ed orgogliosi del loro operato ed anche della camicia verde nuova di zecca.
Restammo in due o tre curiosi e la carrozzina con vecchietta incorporata, qualcuno provo' a chiederle dove abitasse poi ci venne in mente che la clandestina aveva detto che non era in grado di esprimersi, non e' autosufficiente, insomma non era in grado di dirci dove abita.
Bloccammo immediatamente la ronda, non mi sembrava vero di fare polemica con i leghisti e dissi: scusate, va bene l'arresto della clandestina ma adesso la vecchietta ve la portate via voi.
Il capo, che sembrava quello piu' intelligente, disse che la legge non prevede interventi di questo tipo e se non lo prevede Maroni vuol dire che va bene cosi'.
Se passate dai giardini e vedete una vecchietta in carrozzella, e la riconoscete, avvisate la famiglia che venga a riprenderla, intralcia il traffico ed a noi piace l'ordine, la sicurezza.
Post di fantascienza, prossimamente sugli schermi di tutta Italia.

La cena dei due tipi della corte, insieme al caimano, pone dei problemi. Anche il Capo dello Stato e' in difficolta' .

Quando succedono queste cose e' destabilizzante, i conflitti fra i vari poteri dello stato lasciano comunque strascichi e mettono in difficolta la Consulta, il Capo dello Stato ed il primo ministro.
Occorre freddezza, calma, sangue freddo. Meglio se tutti fanno un passo indietro a cominciare da Mazzella e Napolitano, i due giudici.
So che sono due voti persi a favore del caimano ma io ho una idea ancora migliore.
In questi momenti dove le istituzioni sono prese a schiaffi dal governo e dal primo ministro dobbiamo fare qualcosa per non fare la fine dell' Argentina di Menem, dobbiamo essere seri, siamo europei, figli della culla della civilta' moderna.
A questo punto proporrei un garante super partes che decida solo, una personalita' di alto profilo morale e democratico, che garantisca tutto il popolo italiano e lo faccia sentire protagonista ideale del rispetto della Costituzione.
Allora voi penserete, e chi decide il Gabibbo? No. Bondi? Ma non scherziamo, il nome giusto e' l'avv. Mavala'.
Il garante di tutti noi.
Lo mettiamo in una gabina lelettorale con il quesito tra le mani: e' giusto che il Presidente del Consiglio sia giudicato se commette reati durante il suo mandato?
E l'avv. mette la risposta scritta, di suo pugno, che vale per tutti noi, come una sola voce:
Mavala'!

Dobbiamo essere uniti tutti, come quando ci sono i mondiali di calcio. Tutti figli della stessa terra e del tricolore.

Adesso poi, che abbiamo scoperto la ruggine, dobbiamo essere uniti per il bene del paese, abbassiamo i toni e cerchiamo nuove strade per dirimere le nostre questioni.
Per una giustizia piu' equa e scevra da attacchi strumentali e non proporrei che i giudici, prima di partire con il processo, cenassero insieme agli imputati. Questo dara' modo di creare convivialita' evitando risse tra avvocati al momento del giudizio, un rispettoso approccio al giudizio pur nel rispetto dei ruoli, dove per il bene comune si puo' ricercare la soluzione che vada bene ad ambo le parti.
Conflittualita' ridotta a zero, dopo anni di risse fastidiose ed inutili.
Da questa nuova pacificazione nazionale, come subito dopo la guerra per redigere la Costituzione, potrebbero trarne vantaggio tutti e sarebbe un bene per il paese.
Senza retorica.
Immaginate ad esempio il conflitto tra uno scippatore ed il derubato, se non si vedessero come nemici ma figli dello stesso paese potrebbero mettersi d'accordo, quanto hai in tasca?
300 euro? Facciamo a meta', da buoni italiani, 150 euro a testa. Lo scippatore ha rinunciato a meta' bottino ma anche il derubato ha avuto la sua convenienza, gli sono rimasti 150 euro.
Fantascienza? No, leggete Cosi' parlo' Bellavista, a Napoli i ragazzini che rubavano il resto dai tavolini dei bar piu' o meno usavano la stessa tecnica.
Ti rubo solo 1000 lire, tanto tu per 1000 lire non mi corri dietro.
Questo e' il paese dove tutto e' possibile, la mafia va a cena con l'antimafia, i delinquenti vanno in parlamento e l'assassino gode di un trattamento diverso a seconda della classe, del colore e della disponibilita' finanziaria.
Se ti investe una panda e' guidata da un pazzo assassino, se ti investe un suv e' solo un momento di distrazione.
Cosi' parlo', Slash, non Bellavista. Non mi permetterei mai.
Intanto, al Senato, il decreto razzista sulla sicurezza ha incassato altre due fiducie.

mercoledì 1 luglio 2009

Il mafioso ando' a cena dal commissario, ma non parlarono delle indagini in corso, parlarono del Palermo.

L'aveva notato piu' volte in tribuna centrale era latitante ma godeva del lodo domenicale, allo stadio aveva la zona franca, non poteva essere arrestato.
Commissario e boss avevano una passione in comune: il Palermo.
Piu' volte sono saltati con le mani in alto, non per porgere i polsi alle manette, ma per esultare all'ennesimo goal del centravanti.
Finche' una sera il commissario volle allargare il lodo domenicale con una serata extra, lo invito' a cena.
Non parlarono dei processi in corso, di quali fossero i politici da corrompere o degli appalti appetibili sulle quali mettere le mani.
Non parlarono nemmeno di come alleggerire il carcere duro per i compari, sfigati, che sono all'ergastolo.
Parlarono della loro grande passione che unisce tutti gli italiani, il calcio, disquisendo sulla nuova campagna acquisti e qui, per la prima volta si trovarono in disaccordo, il commissario vuole che si rinforzi l'attacco ed il mafioso vuole rinforzare la difesa, la sua.
Si lasciarono con la promessa di venirsi incontro, di trovare un accordo, per il bene dello stato. Del presidente del consiglio, che in questo momento e' soggetto di una campagna diffamatoria da parte de il Giornale. Il suo.
In parlamento i loro compari rivendicarono, orgogliosamente, il diritto del mafioso e del commissario a cenare insieme, in nome della comune passione, che non ha niente a che vedere con la giustizia ed i privilegi.
Dopotutto il mafioso ha risposto ad una cortesia, un invito a cena, fortunatamente in parlamento abbiamo ancora delle menti libere, che lottano per noi e la nostra liberta'.
Come Bondi, ad esempio.

Il governo ringrazia del silenzio, vergognoso, del vaticano sulla moralita' del premier paladino del Family Day, un omaggio.

Il paladino difensore della famiglia ringrazia il Vaticano del silenzio, tombale, in merito alla moralita' del premier. E paga il prezzo del silenzio.
La Commissione Affari Sociali della Camera ha approvato un calendario che prevede l'inserimento della legge sul testamento biologico tra i provvedimenti da esaminare a luglio.
Ancora pochi giorni fa, Fini, dichiarava che se ne sarebbe parlato in autunno.
Il giorno che l' Osservatore Romano ha ribadito che sospendere l'idratazione e l'alimentazione e' eutanasia omissiva.
Evidentemente in Vaticano sono ancora sotto le lenzuola di Eluana, non hanno tempo di guardare tra le lenzuola di Palazzo Grazioli, anche perche' dovrebbero rimangiarsi tutti i peana di gloria per il difensore della famiglia cattolica, indissolubile.
Confermare che a capo del Family day c'era un puttaniere non e' il massimo, anche perche' non siamo ai tempi di Papa Alessandro VI, che faceva il pappone.
Forse, ma non e' detto.

martedì 30 giugno 2009

Adesso comincia a farmi pena, siamo quasi alle monetine del cinghiale. Non si attacca un uomo morto, o moribondo.

Che sia un bravo speculatore l'ha gia' dimostrato con Milano2, ci sa fare. Che speculi sulle sue televisioni, Rai compresa, lo sappiamo la banda suona sempre la fanfara a festa inneggiando all'unto dal signore.
I suoi giornali lo soccorrono puntualmente come un'ambulanza o l' elicottero del 118, i soui cortigiani e cortigiane invadono anche le tv private, ieri sera Telelombardia, ripetendo la tesi difensima dellavv. Mavala', senza mai parlare di politica ma facendo casino quando parlano gli altri. Strategia inaugurata anni fa dall' attuale presidente del senato.
Ma speculare sul terremoto dell' Abbruzzo l'ha messo con il culo alla finestra, non e' bastato abbracciare una vecchietta e regalarle la dentiera per conquistare i terremotati.
Sul piano internazionale e' sotto zero, credibilita' nulla anche se si appoggia a Gheddafi e Putin per darsi un tono visto che non ha volume, come ho gia' scritto altre volte.
Con tutti i problemi che ha l'incidente di Viareggio e' caduto come una mamma dal cielo, mi hanno gia' criticato sul sito di ok notizie perche' ho scritto che specula anche sui morti.
Dicono che dovrei vergognarmi, dovrei pensare alle vittime e non criticare il capo del governo che ha il dovere di partecipare al lutto di una citta'.
Appunto, basta che non dica:prendo in mano io la situazione, e' questo che mi preoccupa.
Il suo governo e' quelle che depenalizza le responsabilita' dei manager e dei titolari in merito agli incidenti sul lavoro, che taglia i fondi sui controlli e sulla sicurezza degli utenti dei servizi. Da tempo non si produce un piano dei trasporti, da oltre 10 anni, nonostante i ripetuti incidenti si risparmia sul controllo dei treni, si regala Alitalia ai privati diminuendo sicurezza e servizi in nome del profitto.
Ci penso sempre a queste cose, ma non penso alle vittime probabili, penso a salvaguardare cittadini e lavoratori. Piangere i morti, troppi morti, dopo e' tipicamente da cattolico peloso.
Sia per le ferrovie che per il terremoto dell' Aquila c'erano state denunce ed allarmi, non e' stato fatto niente, e adesso mi rompete perche' non rispetto il dolore delle famiglie, delle vittime.
Io faccio presente le responsabilita' della politica e soprattutto quella del capo del governo, le leggi ad personam le riesce a fare in 20gg, quelle sulla sicurezza dei cittadini e dei lavoratori le smantella.
Pero' piange ai funerali, ripreso in primo piano da tutti i canali televisivi.
Se avete voglia fatevi prendere per il culo voi, non ne ho nessuna voglia e non mi piace per niente.
Ricordate la foto con il cappellino da capo stazione? Li' riesce bene, nella propaganda, capo pompiere, capo di cazzo, capo di tutto ma soprattutto: capo banda. Di quella banda di delinquenti che abbiamo al governo.
Comunque comincia a farmi pena, ovunque va la gente lo fischia, lo prendono per quello che e' un piazzista venditore di illusioni.
Ultimamente l'unico posto dove puo' andare ed essere omaggiato ed inneggiato e' a Villa Certosa, dalle sue ragazzine fornite di varta di credito e dai suoi cortigiani ma anche loro per trovare il coraggio di fargli festa devono tirare di coca, darsi una spinta.
Il popolino si sta' svegliando, lo si capisce anche dall'escaletion di presenze dei suoi difensori d'ufficio in tutti i canali, dai toni sempre piu' acidi contro l'opposizione e dalla megalomaia dilagante, la sua, ieri ha detto che chi lo fischia e' comunista ed e' contro il paese.
Lui si ritiene il paese, l'anticamera della pazzia.
A quando i pomodori o le uova marce?
Ecco perche' mi fa pena, combattere chi si ritiene invincibile ed inattaccabile mi stimola, combattere un poveretto malato e fuori di testa mi fa pena, mi piace combattere con i piu' forti, se uno e' debole tendo a difenderlo, purche' si faccia curare.
Oltretutto e' al guinzaglio della lega, ed e' corto.

Succede che quel signore, cosi' gentile, te lo ritrovi sul giornale. Ha violentato una ragazzina.

E' chiaro che il depravato, certi delinquenti, non hanno un odore particolare, non c'è occhio clinico che tenga.
Non che sia un boccalone ad esempio diffido dei preti, certi preti. Sara' dovuto al collegio, al finto cameratismo dei pretini da oratorio, li' sono diffidente e li sgamo subito, evidentemente ho fatto la scuola giusta per annusarli e stanarli, il collegio. Mi e' andata bene ma qualcosa ho visto e sentito.
So anche che bravi padri di famiglia si fanno i viaggi per farsi i ragazzini e le ragazzine, mandano pure le cartoline ai figli con i saluti, ma ti sembra comunque una cosa lontana che esiste si, ma ti tocca marginalmente, ti fa scattare la solidarieta' ma e' comunque una cosa disidratata, inconsistente.
Il bravo padre di famiglia che accompagna la figlia a prendere il mangiare per le tartarughine, che accarezza Lulu', che passa ai giardini e saluta cortese.
Non ha scritto in fronte: sono malato. Si mimetizza molto bene ed improvvisamente la notizia fa meravigliare tutti, sia chi ha figlie bambine e chi non ne ha.
Cerchi nella memoria se qualcosa in lui ti faceva schifo, ti spingeva alla freddezza o al rifiuto, se qualcosa di viscido in lui ti abbia sorpreso qualche volta.
Non trovi niente e ti rendi conto che il mostro e' in mezzo a noi, puo' essere uno schifoso pedofilo o un potenziale assassino e finche' non gli scoppia la zia non te ne rendi conto.
Siamo diversi con il giornale in mano, c'è la sua foto, ed ognuno ripete che non avrebbe mai immaginato. Un adescatore di bambine e vicino a casa abbiamo le scuole, ma sembra agisse fuori zona, accorto e consapevole. Ha ringraziato gli agenti che lo hanno arrestato: sono tre anni che faccio questa vita d'inferno, ma non so trattenermi.
Chissa' se sara' mai andato da un dottore a confidare la sua vergognosa malattia, pensate se come dottore avesse trovato una di quelle brave persone che fanno i viaggi in Asia.
La bestia e' dentro di noi e qualsiasi tentativo di dargli un colore o una razza e' inutile, solo l'educazione e la civilta' puo' curare un malessere intrinseco alla pochezza umana, parlo in senso lato, a 360 gradi. I tentativi di crcoscrivere il delinquente, il pedofilo, l'ammalato dentro una etnia o una razza sono inutili e' un paravento dove si nascondono le nostre paure e le nostre fobie.
Sembrava cosi' una brava persona, appunto, sino a prova contraria lo siamo tutti.
Dopo no, dopo siamo colpevoli e responsabili, dobbiamo pagare ma non esiste la maglietta del delinquente e nemmeno quella del depravato.

Mi domando, e vi domando: che credibilita' puo' avere un G8 presieduto da Silvio Berlusconi?

I temi in discussione sono attuali ed importanti, non voglio nemmeno entrare nel merito, ma mi pongo una domanda:
Puo' presiedere il G8 un personaggio che, al massimo, puo' disquisire sulla riapertura delle case chiuse di stato?
Nel 2001 il G8 di Genova fu una vergogna planetaria, le prove per un colpo di stato, che ruolo e che senso avra' il G8 del 2009?
Questo fu il G8 di Genova, per ricordare.
http://images.google.it/images?hl=it&q=g8+genova&um=1&ie=UTF-8&ei=CLpJSvX7IZnJ_gbSjbmGCQ&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=778366497

E' dura rifargli una verginita' con il G8 dell'Aquila, e' piu' semplice rifarla a Patrizia.
Ieri ha fatto quello che gli riesce meglio, il piazzista in una nave da crociera, come ai bei tempi ma senza Confalonieri al pianoforte.