domenica 13 marzo 2011

Elisa Toti lancia la stampella in difesa di Papi.Mamma Anna ha detto che è una stampella da 12 milioni, non bazzecole.

elisatotiElisa Toti, ha gettato la stampella in difesa di Papi e di se stessa.
Sono rimasta ad Arcore quattro giorni per le feste di fine Natale, ho dormito in un’ala della villa, sola, per non fare avanti e dietro col mio appartamento a Milano. Rimanevo a dormire e poi me ne andavo a lavoro il giorno dopo.
Non sono un magistrato ma, se lo fossi e mi dicesse queste stronzate, l'accuserei di oltraggio a pubblico ufficiale.
Sentite come continua:

Nelle intercettazioni parlando con sua madre si era detta stanca: ‘La stanchezza di cui parlavo era relativa al fatto che io vado a letto alle 22, e’ normale quando lavori e ti alzi la mattina presto, non ho piu’ 19 anni quando a Ibiza facevamo le sei di mattina. Cosi’ aver partecipato a tre cene fino alle due di notte mi ha stancato. Non ero stanca per altre cose fantasiose che solo certe menti malate possono pensare’.
Sicuramente io ho la mente malata, bacata, faccio solo presente che non lavora ad Arcore, lavora a Milano. Se non hanno spostato Arcore non capisco come abbia trovato più comodo dormire ad Arcore.
Anche lei ha avuto grossi problemi finanziari, come tutti i giovani del mondo esclusi i figli di Berlusconi, Papi le ha fatto solo dei prestiti.
Lei, e le sue compagne, non sono come le hanno descritte sui giornali.
Sentite come parla del prestito di Papi con la sua mamma-mezzana.
Madre e figlia, la sera dello scorso 9 gennaio, la domenica che chiude il ponte dell’Epifania, sono al telefono. Elisa spiega di essere ‘appena tornata a casa’ e aggiunge di essere ‘preoccupata per la salute di lui’. La madre, invece, sembra preoccuparsi di altro: ‘Senti eeee quanto v’ha dato?’. La figlia: ‘Cinque piu’ quegli altri mille quindi, quindi sei’. La signora Anna e’ contenta: ‘Dici niente? Capito?
eee poi che vi ha detto quando lui vi ripotra’ vedere’. Risposta: ‘Ce lo dira’ lui’. La ragazza racconta di essere stata ‘una settimana (…) alcune sono arrivate martedi’ io mercoledi’ (…) mamma mia una cosa allucinante’. Quindi e’ stanca: ‘Non ti puoi immaginare in che condizioni sono guarda (…) sono in condizioni pietose, pietose proprio (…) ora mi ci vorra’ un mese perrr, ora quei, quei soldi che ho preso mi (…) serviranno per rimettermi a posto dopo questa settimana’. La mamma fa due conti: ‘Sono dodici milioni’, di vecchie lire. E la Toti: ‘Si ma no, non dire niente ee”. La signora, quindi, la saluta: ‘Ti lascio perche’ ti devi, devi andare a riposare’.
Evidentemente la mamma-mezzana era al corrente che il prestito infruttifero per puttane in difficoltà era esteso a tutta la combriccola se chiede alla figlia: quanto vi ha dato?
La signora Anna è molto contenta, si interessa subito del prossimo appuntamento, ma la figlia è stanca, avere il prestito è stata una cosa allucinante, faticosa.
La signora Anna forse non l'ascolta nemmeno, con la testa ritorna ai bei tempi quando anche lei aveva, forse, dei prestiti infruttiferi dai papi della sua zona ed ha un momento di nostalgia: sono dodici milioni, alludendo ai bei tempi di quando c'era la lira.

Dalle intercettazioni delle arcorine anche qualche grido d’allarme in concomitanza con la presenza dei figli del premier.
Non volevano far sapere ai figli di Papi che in un anno ha speso 11 milioni 474.320 euro in prestiti infruttiferi a ragazze in difficoltà, alcune anche minorenni senza che firmassero i genitori.
Per dirla alla signora Anna sono 22 miliardi 214.283.520 lire.
Una finanziaria, praticamente.
Per quanti soldi abbia i figli avrebbero dovuto interdirlo.
Comunque in una cosa sono d'accordo con Elisa Toti, lei non è come la descrivono sui giornali, lei è come la sua mamma.
Zoccola la madre, zoccola la figlia e non è obbligatorio, è una scelta.
imagesLe menti malate sono quelle che danno giustificazioni risibili ed infantili per giustificare le proprie malefatte.
Vedi, cara Elisa, quando si fa un lavoro qualsiasi ci sono le professioniste e le dilettanti, Patrizia D'Addario è una professionista tu sei una dilettante, anche se hai la mamma-mezzana che ti ha insegnato l'arte.
Patrizia non ha fatto la morale, non ha detto che sono menti malate quelle che commentano i fatti. Malato è chi crede al prestito infruttifero alla povera figlia d'arte che fa la puttana a sua insaputa.
Da Giornalettismo:

Anche le Olgettine piangono: Elisa Toti sospesa da Publitalia

SALVIAMO MILANO http://www.wikio.it

Nessun commento:

Posta un commento