domenica 13 marzo 2011

Noi siamo favorevoli, e tu? Il tono è quello del noi siamo favorevoli alla salute, ricchezza, gioia, passione. E tu?

terremoto-giappone3-374x209Forse mi sono distratto ma gli spot del Forum Nucleare Italiano hanno perso un po' del loro fascino, pare che ad ogni ora che passa diventino sempre più stucchevoli.
Chiarisco subito che probabilmente non vedrò funzionare le nuove centrali nucleari, a meno che non arrivi a 90 anni, e se ci arriverò non sarò in condizione di rendermi conto della radioattività.
Ma chi è giovane ci deve pensare, chi ha figli o nipoti pure, è proprio necessario affidarsi al nucleare con tutte le alternative che abbiamo?
Quello che è successo in Giappone se fosse accaduto da noi avrebbe fatto milioni di morti e mi spinge a fare alcune considerazioni.
Sono un appassionato di documentari, tecnologia, animali, storia ed altro.
1266931569236_1kansaiTempo fa ne ho visti alcuni sulla tecnologia moderna ed i giapponesi sono sempre in prima linea, ponti, aeroporti, grattacieli ecc.ecc.
Più che una soluzione di problemi la tecnologia avanzata sembra una lotta contro le piramidi, la grande muraglia, il Colosseo. Un tentativo di passare alla storia con costruzioni sempre più ardite ed improbabili che sembrano inutili, come se fossero solo una sfida alla natura.
Costruire un'isola nel mare per farci sopra un aeroporto calcolando in partenza di quanti centimetri sprofonda all'anno mi sembra un delirio.
Mi domando se è proprio necessario sfidare la logica e la natura in questo modo e solo per fare prima. Non per godersi la vita ma per andare a lavorare di più e più velocemente. E' questa la qualità della vita? O è meglio prendere un treno e poi un aereo senza bisogno di costruire isole artificiali in zone simiche.
Non bastasse l'esempio ha fatto proseliti ed allora anche Dubai ha voluto la sua isola artificiale a forma di palma, temo che il nostro megalomane ne voglia fare una a forma di passera, oltre al ponte sullo stretto e mettere gli architetti che gli hanno fatto il mausoleo in competizione con i giapponesi.
I giapponesi sono gente seria, affidabile, decisa, le loro case sono antisismiche le loro centrali affidabili quando la natura presenta il conto degli arretrati.
Ho sentito ieri che la società elettrica che gestisce la centrale nucleare dove è successo il guaio ha già falsificato i dati della radioattività più volte, forse hanno assunto qualche ingegnere italiano o hanno visto troppo spesso il Tg1 con il satellite ed hanno imparato a raccontare storie, come Minzolini. So che dopo il terremoto dell'Aquila hanno contattato Bertolaso per avere consigli su come gestire la loro protezione civile in caso di terremoti, io pensavo che ci prendessero per il culo ed invece no, se raccontano balle anche i giapponesi è perchè hanno ascoltato i consigli di Bertolaso. Voi dite cazzate, tanto la gente ci crede, anche in Giappone.
Però su di una cosa sono affidabili i Giapponesi, il calcestruzzo. Da loro il ferro è ferro, il cemento è cemento e la sabbia da costruzioni è sabbia e non quella marina come all'Aquila.
I giapponesi fanno le cose per bene, anche se esagerano.
pontestretto2Voi ve lo immaginate il ponte sullo stretto di Messina, le nostre quattro centrali nucleari prossime venture, tra l'altro di modello vecchio, costruite con il cemento della camorra, 'ndrangheta, mafia.
La sabbia di dubbia provenienza ed il tondino ridotto di diametro così ci guadagniamo sopra e con la direzione dei lavori affidata agli amici degli amici?
Certo che noi, da secoli, puntiamo più che sulle regole sullo stellone, le ultime costruzioni solide e durature risalgono all'impero romano, poi ci siamo affidati allo stellone.
Il terremoto in Giappone è stato di magnitudo 8,9 e subito i nostri esperti ci hanno detto che da noi non potrebbe mai succedere.
Noi abbiamo avuto Messina, l'Irpinia, L'Aquila, il Friuli e qualcuno lo dimentico. Aggiungo che per non farci mancare niente abbiamo avuto anche il Vajont, 2.000 morti per la colpevole negligenza della nostra politica che non ha voluto alleggerire l'invaso nonostante i segnali di pericolo che l'Unità segnalava da tempo.
Questo non significa che noi italiani siamo stupidi, tecnologicamente siamo avanzati e costruiamo in giro per il mondo. Se guardiamo la metropolitana di Milano è una cosa fantastica, quando non si allaga per altre ragioni, ma la metro di Milano è stata costruita quando ancora l'ndrangheta e la camorra non erano in Lombardia e l'edilizia era in mano a quelli del settore e la politica non era ancora entrata in campo.
Craxi ha fatto in tempo ad inaugurare la stazione di Sesto S. Giovanni, non ha fatto in tempo a metterci le mandibole.
L'unica nostra salvezza, con questa classe politica e la P2 al governo con i banditi, è che la costruzione delle centrali nucleari diventi una mangiatoia per tutti come la Salerno-Reggio Calabria.
Avremo due certezze in un colpo solo, la prima che ci costerà 1.000 volte più del preventivo e la seconda che non entreranno mai in funzione.
Almeno non saremo radioattivi, sempre se non ci hanno sepolto qualcosa sotto i piedi senza dircelo.


SALVIAMO MILANO http://www.wikio.it

Nessun commento:

Posta un commento